Scommesse eSports

Da qualche anno si sente parlare in maniera sempre più ampia di eSports (nome che deriva dalla contrazione dei termini inglesi electronic sports), un fenomeno del gaming che identifica il giocare ai videogiochi a livello competitivo organizzato e professionistico. Dunque, un concetto fondamentale da tenere a mente quando parliamo di eSports, è che non ci stiamo in alcun modo riferendo a chi gioca ai videogame per puro divertimento, ma a chi ha trasformato un hobby in un vero e proprio lavoro, alla stregua di uno sportivo professionista, e che come tale si misura in competizioni ufficialmente riconosciute sulle quali è persino possibile effettuare scommesse eSports. I giochi che fanno parte dell'universo degli eSports, solitamente sono multigiocatore, sebbene sia possibile anche competere con giochi a giocatore singolo, cercando di ottenere il maggior punteggio. I generi più comuni sono strategici in tempo reale (RTS), picchiaduro, sparatutto in prima persona (FPS), Massively multiplayer online (MMO), giochi di guida, Multiplayer Online Battle Arena (MOBA).

Gli eSports sono giocati competitivamente a livello amatoriale, semiprofessionistico e professionistico, e ne vengono organizzati campionati e tornei, sia online che dal vivo. Naturalmente, i tornei live sono organizzati come un qualunque altro evento sportivo: oltre al pubblico che assiste dal vivo, infatti, vi sono arbitri e commentatori specializzati nello specifico gioco, mentre le fasi di qualifica si tengono spesso tramite piattaforme online. Tra le competizioni internazionali più note vi sono il World Cyber Games, l'Electronic Sports World Cup, il DreamHack ed i diversi tornei annuali organizzati da ESL (originariamente Electronic Sports League) e MLG (Major League Gaming).

Scommesse League of Legends

Uno dei giochi più celebri nell'universo degli eSports è indubbiamente "League of Legends" (spesso abbreviato con l'acronimo LoL), un videogioco online del genere MOBA, acronimo con cui si indicano i Multiplayer Online Battle Arena, un sottogenere dei videogiochi strategici in tempo reale, caratterizzati da una mappa chiusa in cui due squadre, arroccate nelle proprie basi, hanno l'obiettivo di distruggere il Quartier Generale avversario e preservare il proprio. League of Legends è stato sviluppato e pubblicato dalla software house Riot Games per girare su Microsoft Windows e macOS. A conferma dell'enorme popolarità di League of Legends, si stima che nel novembre 2011 il gioco potesse contare su oltre 70 milioni di registrazioni e 12 milioni di giocatori al giorno, in grado di quintuplicare la base di utenti in 4 mesi. Nel 2014 i dati raccolti sul gioco parlavano di 67 milioni di utenti connessi ogni mese e 27 milioni di persone online ogni giorno, con oltre 7,5 milioni nelle ore di punta. Numeri impressionanti che testimoniano la popolarità planetaria di League of Legends, gioco disponibile in più lingue, come l'inglese (la lingua principale), il tedesco, il russo e anche l'italiano.

Il gioco League of Legends, da cui è nato il fenomeno delle scommesse Esport lol, fu inizialmente annunciato il 27 ottobre 2008 e poi a distanza di un anno esatto. Inizialmente League of Legends fu rilasciato in closed beta dal 10 aprile 2009 fino al 12 ottobre 2009. Successivamente venne messo in open beta, fino al momento della sua uscita. Steve "Guins00" Freak, il precedente designer della mappa popolare di Warcraft III: The Frozen Throne, Dota Allstars, assieme a Steve "Pendragon" Mescon, l'amministratore dell'ex supporto ufficiale della mappa, fu coinvolto con Riot Games nello sviluppo di League Of Legends. Usando il DotA originale creato da Eul (la mappa originale Defence of The Ancients per Warcraft III: Reign of Chaos) come base, Guins00 creò DotA Allstars inserendo il suo personale mix di contenuti, espandendo largamente il numero di campioni, aggiungendo recipes, numerosi oggetti utilizzabili e vari cambiamenti nel gameplay. Guins00 poi passò alla versione 6S della mappa al suo corrente sviluppatore, Icefrog. Pendragon, il direttore delle relazioni nella community per Riot Games, aiutò nel creare il precedente sito web di DotA Allstars assieme al suo forum. 

Scommesse eSport: ecco come si gioca

Scommettere sugli eSport è molto facile e del tutto simile al procedimento con il quale si è soliti giocare delle comunissime scommesse sportive come avviene ad esempio per il calcio e per il basket. Dopo essersi registrati creando un account su Eurobet, infatti, è sufficiente recarsi nella sezione eSports, per accedere ad un ricchissimo palinsesto con tutte gli eventi su cui effettuare scommesse eSport e scegliere il gioco e il torneo dove piazzare una scommessa. Generalmente si può puntare su una delle due squadre sfidanti e dopo aver selezionato la giocata con le quote preferite, come ultimo passaggio, va indicato l’importo che si desidera giocare.

Scommesse eSport LoL

La popolarità raggiunta da League of Legends ha fatto sì che il gioco diventasse perfetto per l’organizzazione di eventi globali che coinvolgessero giocatori da tutto il mondo. Si è deciso così di creare il “Campionato Mondiale di League of Legends”, conosciuto anche come “League of Legends World Championship”, un torneo che si svolge su base annuale organizzato direttamente dalla Riot Games alla fine di ogni season. Il torneo è noto per la sua rotazione annuale di sedi in diversi paesi e continenti, in particolare in Asia orientale, Europa, Nord America e Sud-est asiatico.

Nel campionato del mondo di League of Legends, sul quale si possono giocare anche scommesse League of Legends, i team in gioco competono senza esclusione di colpi per vincere un trofeo, la cosiddetta “Summoner's Cup” (che pesa ben 32 kg) e un premio in denaro pari ad un milione di dollari. Nel 2017 – anno in cui il torneo ebbe luogo a Pechino, in Cina – le finali furono guardate da oltre 60 milioni di persone, superando il record dell’anno precedente, quando il torneo si era svolto a Los Angeles, negli Stati Uniti d’America.

Il campionato del mondo di League of Legends è un vero e proprio evento cult, e per questo motivo è stato spesso elogiato per le sue cerimonie, ricevendo anche attenzioni da tutto il mondo a causa delle sue pieghe drammatiche ed emotive. Vere e proprie stelle della competizione sono i membri del team SK Telecom T1, oggi conosciuto semplicemente come T1, un team di eSports originario della Corea del Sud, gestito da T1 Entertainment & Sports, una joint-venture tra SK Telecom e Comcast Spectacor, che detiene il record di tornei vinti nel campionato del mondo di League of Legends, con 3 vittorie ottenute nel 2013, nel 2015 e nel 2016.

Per dare un’idea del giro d’affari degli eSports e del campionato del mondo di League of Legends, basta dire che in questi eventi sono stati raccolti e donati due milioni di dollari tramite la vendita della skin limitata World 2017 Championship Ashe. Il Campionato Mondiale di League of Legends ha guadagnato un enorme successo e popolarità, circostanza che lo ha reso tra i tornei più prestigiosi e visti al mondo (superando anche i tornei di sport convenzionali) nel panorama degli eSports, oltre a rendere League of Legends il videogioco più guardato al mondo (grazie anche alla diffusione di piattaforme di streaming come Twitch). Grazie al suo successo, la scena mondiale degli eSports è diventata sempre più importante fino ad arrivare addirittura ad essere considerata una potenziale disciplina olimpionica essendo già inclusi nei Giochi Asiatici del 2022 e previsti per i Giochi Olimpici di Parigi 2024.