Scommesse vincente Europa League

La lunghissima stagione calcistica 2020/2021, che passerà alla storia come una delle stagioni più particolari degli ultimi anni, sta finalmente volgendo al termine. Completati non senza difficoltà i campionati nazionali, anche le coppe europee viaggiano rapidamente verso il loro atto conclusivo. L’Europa League, ad esempio, conosce già le sue due finaliste, Siviglia e Inter, che si affronteranno al RehinEnergieStadion di Colonia venerdì 21 agosto 2020. Di seguito analizzeremo come sono arrivate fin qui le due squadre e in che condizioni arrivano alla partita più importante, in modo tale da ricavare informazioni utili per le scommesse vincente Europa League.

Siviglia-Inter: le migliori quote

Vista l’assenza da più di vent’anni di una squadra italiana dalla finale di Coppa UEFA/Europa League, c’è grandissima attesa per la finale tra Siviglia e Inter. Gli spagnoli, detentori assoluti di trionfi nella manifestazione, con ben cinque edizioni vinte, sono un avversario di tutto rispetto ma l’occasione è troppo ghiotta. Lukaku e Lautaro Martinez, temibile duo d’attacco dell’Inter, vogliono ripetere l’impresa compiuta da Ronaldo il Fenomeno e compagni al Parco dei Principi il 6 maggio del 1998, quando i nerazzurri sollevarono la Coppa UEFA per l’ultima volta. E a guardare le previsioni dei bookmakers, la squadra guidata da Antonio Conte (che pare aver ritrovato il sorriso dopo i malumori del finale di campionato, chiuso al secondo posto in classifica a -1 dalla Juventus) sembra avere buone chance per trionfare. Le quote per le scommesse Siviglia-Inter suggeriscono infatti il favore dei pronostici per la compagine nerazzurra: il 2 della Beneamata viene quotato a 2,15 la posta iniziale, mentre l'1 degli spagnoli è offerto a 3,35, una quota poco più alta rispetto al pareggio al termine dei tempi regolamentari, quotato a 3,45. Le quote di Siviglia-Inter suggeriscono la possibilità di assistere a un match tirato: l'under 2,5, infatti, è proposto a 1,75, offerto cioè con una quota inferiore rispetto all'over 2,5, bancato a 1,95. Al tempo stesso i bookmakers ritengono che sia più probabile che entrambe le squadre segnino, come dimostra il gol-gol offerto a 1,75, rispetto al no gol, pagato a 1,95.

Scommesse finale Europa League

L’Europa League, sorella minore della Champions League, è un torneo lungo in virtù del vasto numero di squadre che vi prendono parte, e molto dispendioso poiché le partite si giocano in infrasettimanale nel pieno dei campionati. Partecipandovi squadre provenienti da tutto il continente europeo, non di rado, i club devono affrontare lunghe trasferte a cui va sommato lo sforzo della partita contro avversari il cui valore cresce con il passare dei turni. Se questi elementi costituiscono le principali difficoltà di questo torneo, va detto che rappresentano anche il lato più affascinante della manifestazione, e giungere in finale consente alle società di veder sublimati i propri sforzi con un posto nell’albo dei vincitori. Quest’anno a contendersi l’Europa League, evento che sarà oggetto di moltissime scommesse finale Europa League, troveremo il Siviglia, un club che ha un feeling straordinario con questo torneo, vinto per ben cinque volte (record), di cui tre addirittura consecutivamente (anche questo un record), e l’Inter, società che ha trionfato per tre volte nella manifestazione (record italiano insieme alla Juventus), quando ancora si chiamava Coppa UEFA. Mentre per la squadra andalusa raggiungere la finale non è più una novità (ne ha giocate 7), non si può dire lo stesso per i nerazzurri, prima squadra italiana a tornare in finale dopo 21 anni di assenza (l’ultima fu il Parma, che nel 1998-1999, trionfò battendo in finale il Marsiglia).

Le quote Siviglia-Inter saranno condizionate dai risultati ottenuti finora dalle due squadre: il cammino che ha permesso a Siviglia e Inter di arrivare fino a Colonia è stato diverso. Partiti dalla fase a girone del torneo, gli andalusi si sono classificati al primo posto del Gruppo A, ottenendo 15 punti in classifica, frutto di cinque vittorie e una sola sconfitta. Nel doppio confronto dei sedicesimi di finale gli uomini di Lopetegui hanno eliminato il Cluj grazie al pareggio 1-1 ottenuto in trasferta in Romania (0-0 al ritorno allo stadio Sánchez Pizjuán) e poi agli ottavi hanno liquidato la Roma 2-0 in gara secca con le reti di Reguilón e En-Nesry. Ai quarti, agli andalusi, è stato sufficiente il gol realizzato a pochi minuti dallo scadere dall’ex Genoa e Milan, Lucas Ocampos, per buttare fuori il Wolverhampton. Il vero colpo del Siviglia, tuttavia, è stata la vittoria in rimonta contro il Manchester United (passati in svantaggio dopo un rigore trasformato dall’ex doriano Bruno Fernandes, hanno ribaltato il risultato grazie all’ex rossonero Suso e all’olandese Luuk De Jong) che ha consentito ai biancorossi di arrivare fino in finale.

L'Inter, invece, è confluita nel tabellone dell'Europa League dopo essersi classificata terza nella fase a gironi di Champions League alle spalle di Barcellona e Borussia Dortmund. Ai sedicesimi di finale, la squadra di Antonio Conte si è sbarazzata senza troppi patemi d'animo dei bulgari del Ludogorets (4-1 in trasferta, 2-1 a San Siro), mentre agli ottavi ha avuto ragione del Getafe, battuto 2-0 nel match in gara secca con le reti di Lukaku ed Eriksen. Nei quarti di finale della Final Eight di Europa league, i milanesi hanno battuto 2-1 il Bayer Leverkusen grazie alle reti di Barella e Lukaku, ma la vera prova di forza è arrivata in semifinale, dove hanno letteralmente spazzato via lo Shakthar Donetsk, travolto 5-0 con doppiette di Lautaro Martinez e del belga e un gol di Danilo D’Ambrosio.