Quote Wimbledon | Scommesse Tennis Wimbledon

QUOTE WIMBLEDON: SCOMMETTI SUi tennisti vincenti 

Wimbledon 2019: tutto quello che c’è da sapere

Inizio: 1 luglio 2019

Conclusione: 14 luglio 2019

Quella del 2019 sarà la 133ª edizione nella storia del Torneo di Wimbledon. Teatro della manifestazione sarà il complesso dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club. Novak Djokovic e Angelique Kerber sono i campioni in carica avendo trionfato nell’edizione dello scorso anno.  Come l’US Open, anche Wimbledon da quest’anno introdurrà il tie-break al set decisivo (il quinto per gli uomini, il terzo per le donne).

Il gioco decisivo non si avrà, però, sul 6 pari, bensì sul 12 pari. La regola sarà applicata in tutti i tornei: singolare maschile e femminile, doppio maschile, femminile e misto. Un’ulteriore novità dell’edizione di quest’anno riguarda il montepremi complessivo che aumenta del 12% (arrivando a 44 milioni di euro). I vincitori dei due tornei si aggiudicheranno 2,7 milioni di euro ciascuno. Aumenta soprattutto il premio agli sconfitti del primo turno: 45.000 sterline (poco più di 52 mila euro, più 15% rispetto al 2018). In Italia l’evento verrà trasmesso da Sky Sport e sull’applicazione SkyGO.

Wimbledon: quote e scommesse

Il Torneo di Wimbledon è il più antico evento nello sport del tennis. Il torneo inglese è il terzo del Grande Slam in ordine cronologico, viene dopo l'Australian Open e l’Open di Francia ed è seguito dagli US Open. Si tratta dell’unico Slam ad essere giocato su una superficie d’erba e si tiene annualmente tra giugno e luglio a Wimbledon (sobborgo alle porte di Londra) con una durata di due settimane (tradizione vuole che il torneo cominci sei settimane prima del primo lunedì di agosto).

 

Wimbledon: la storia del celebre torneo

Il torneo di Wimbledon fu istituito nel lontano 1877 in Inghilterra su impulso dell’All England Lawn Tennis and Croquet Club, un circolo in cui il croquet era il principale sport praticato. Le origini del torneo sono contemporanee alla diffusione del tennis come sport, il cui regolamento fu pubblicato dal gallese Clopton nel 1874.

Il primo vincitore nella storia del torneo fu Spencer Gore nel 1877, dopo aver sconfitto in finale William Marshall. Da allora a oggi le regole del torneo non sono cambiate quasi per niente e moltissime delle consuetudini dell'epoca, tranne quelle più tecniche, vengono tutt'ora rispettate, in particolare quelle legate al dress code dei tennisti che devono essere vestiti rigorosamente di bianco.

Wimbledon si contraddistinse per ospitare tennisti di alto livello sin dalle sue origini: gli Anni '20 e '30 videro tra i protagonisti anche il francese René Lacoste, due volte vincitore, e Fred Perry che nel torneo inglese ottenne ben tre titoli tra il 1934 e il 1936. Entrambi avrebbero poi avuto grande successo nel mondo della moda.  A partire dal secondo dopoguerra Wimbledon acquisì un'importanza imprescindibile nell'ambito della stagione tennistica internazionale.

Gli anni ’70 videro sbocciare grandi talenti che animano incontri e finali combattutissime. Tra il 1974 e il 1984 la sfida per la vittoria finale riguardò principalmente tre tennisti, gli statunitensi Jimmy Connors e John McEnroe e lo svedese Björn Borg dalla Svezia. Nell'arco di questo decennio si segnalano due successi di Connors, tre di McEnroe e addirittura cinque affermazioni di fila per Borg che dominò dal 1976 al 1980, finendo k.o. solo una volta, in finale contro McEnroe nel 1981. Nella seconda metà degli anni '80 emerse Boris Becker che vinse Wimbledon per tre volte (1985, 1986, 1989), perdendo anche 4 finali tra il 1988 e il 1995. L’unico rivale in grado di dargli filo da torcere fu lo svedese Stefan Edberg, vincitore del torneo nel 1988 e nel 1990.

Gli anni '90, invece, videro brillare la stella di Pete Sampras padrone di Wimbledon dal 1993 al 2000, con una striscia di vittorie consecutive interrotta soltanto nel 1996 dall’olandese Richard Krajicek. Chi invece è riuscito a vincere Wimbledon soltanto in un'occasione è Andre Agassi, che nonostante il suo enorme talento ha potuto festeggiare solo nel 1992 battendo in finale il croato Goran Ivanisevic. È passata alla storia la finale del 1999 Agassi-Sampras, vinta da quest'ultimo in maniera abbastanza netta (3-0).

Il decennio successivo, quello degli anni 2000 si contraddistingue per il dominio di Roger Federer. Sul green di Wimbledon il campione svizzero esalta al massimo le sue straordinarie qualità tecniche, vincendo per cinque anni di fila, dal 2003 al 2007. La sua leadership nello slam inglese viene messa in discussione soltanto dall'emergere del giovane Rafa Nadal che nel 2008 gli infligge una severa sconfitta dando inizio a una delle rivalità più epiche della storia del tennis. Federe è tornato a vincere il torneo inglese nel 2017, battendo in finale il croato Cilic: Re Roger a 36 anni ha superato così il record di 7 vittorie di Sampras nel torneo, mettendo a segno un traguardo che difficilmente potrà essere eguagliato da altri tennisti.

Gli ultimi anni hanno visto imporsi l'attuale numero uno al mondo Novak Djokovic che dal 2011 ha ottenuto ben quattro titoli conquistati in 4 anni, oltre ad aver perso una finale con Andy Murray nel 2013. Il tennista serbo ha battuto Nadal nel 2011 e due volte Federer nel 2014 e nel 2015 (memorabile la finale contro Roger Federer del 2014, durata quasi 4 ore di gioco e vinta da Djokovic). Nole è anche il campione in carica avendo battuto Kevin Anderson nella finale del 2018.

Wimbledon 2019: le quote dei favoriti per la vittoria

Dal 1 luglio 2019 lo storico Torneo di Wimbledon è pronto ad infiammare la passione degli amanti del tennis, e già si sprecano le ipotesi su chi possa essere il candidato numero uno per trionfare. In tal senso possono essere d’aiuto le quote scommesse vincente Wimbledon di Eurobet.it, secondo cui il favorito per la vittoria di Wimbledon è Novak Djokovic: il successo del numero uno del ranking ATP e campione in carica del torneo è quotato a 2,50. Dopo il serbo i quotisti individuano in Roger Federer un altro serio pretendente alla vittoria: il campione svizzero - reduce dalla semifinale persa malamente al Roland Garros - viene offerto a 4,00 volte la posta iniziale. Completa il podio dei favoriti nientemeno che Rafa Nadal: fresco vincitore dello slam parigino, lo spagnolo è bancato 6,50 volte la puntata iniziale.

 

Quote più alte per Marin Cilic e Alexander Zverev, offerti a 13,00, mentre pagano a 17,00 Juan Del Potro, Milos Raonic e Stefan Tsitsipas. Kevin Anderson - che qui arrivò in finale contro Djokovic l'anno scorso, salvo poi essere sconfitto - è quotato a 26,00. Stessa quota del sudafricano per Nick Kyrgios, mentre Dominic Thiem e Denis Shapovalov vengono offerti entrambi a 36,00.

 

Sembra molto più dura per tennisti come Grigor Dimitrov, John Isner e Karen Kachanov, bancati a 41,00, oppure per Borna Coric, Edmund Kyle, Daniil Medvedev e Kei Nishikori, offerti a 51,00. Quote ancora più alte per David Goffin, Stan Wawrinka e Tomas Berdych offerti rispettivamente a 67,00, 71,00 e 81,00.

 

Wimbledon: curiosità e record del singolare maschile

Il tennista più titolato nella storia di Wimbledon è Roger Federer: il campione svizzero vanta il mostruoso risultato di 8 edizioni vinte (2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2009, 2012, 2017). Di Federer, a pari merito con Bjorn Borg, anche il record di edizioni vinte consecutivamente (5) dopo l'apertura ai pro. Prima dell'era Open il dominatore incontrastato era stato il britannico william Renshaw, vincitore di 7 edizioni (1881, 1882, 1883, 1884, 1885, 1886, 1889). Tra i pro vanno segnalate anche le 7 edizioni vinte da Pete Sampras e le 5 vinte da Borg. A quota 4, invece, si trovano Rod Laver e Novak Djokovic. Due i trionfi per Rafa Nadal.

A Wimbledon fu giocato anche il match tennistico maschile più lungo della storia tra John Isner e Nicolas Mahut, della durata di 11 ore e 5 minuti (a causa di un'interruzione per mancanza di luce).

Wimbledon: i campi del torneo

Wimbledon è conosciuto anche per i suoi campi iconici. Il campo principale detto Centre Court è quello che ospita gli incontri finali del torneo e ha una capacità di 14.979 spettatori seduti. Viste le condizioni atmosferiche spesso incerte che contraddistinguono il torneo britannico è stato installato un tetto retraibile utilizzato a partire dall'edizione del 2009 per evitare lunghe interruzioni.

C’è poi il Campo N. 1, arena che fu soggetta a un’imponente ristrutturazione nel 1997. In principio questo campo era situato accanto al Centre Court ma fu poi soppiantato da una nuova arena con un maggior numero di posti per gli spettatori. Recentemente il Campo N. 1 è stato dotato di una nuovissima copertura fissa e ovviamente retrattile. Il numero dei posti a sedere del nuovo campo è stato portato a 12.345. Come il Centre Court, anche il campo N. 1 ospita alcuni degli incontri più importanti, come i quarti di finale del torneo di singolo.

Infine, c’è il Campo N. 2: demolito e ricostruito dopo l'edizione 2008, questo campo era conosciuto come "Il cimitero dei campioni", un soprannome affibbiatogli poiché nel corso delle varie edizioni molti tennisti quotati e favoriti per la vittoria del torneo sono stati eliminati a sorpresa, spesso anche al primo turno.

WIMBLEDON 2019: CALENDARIO E PROGRAMMA

Lunedì 1 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare maschile – primo turno

Singolare femminile – primo turno

Martedì 2 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare maschile – primo turno

Singolare femminile – primo turno

Mercoledì 3 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare maschile – secondo turno

Singolare femminile – secondo turno

Giovedì 4 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare maschile – secondo turno

Singolare femminile – secondo turno

Venerdì 5 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare maschile – terzo turno

Singolare femminile – terzo turno

Sabato 6 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare maschile – terzo turno

Singolare femminile – terzo turno

Domenica 7 luglio

Come da tradizione, non si gioca

Lunedì 8 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare maschile – quarto turno

Singolare femminile – quarto turno

Martedì 9 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare femminile – quarti di finale

Mercoledì 10 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare maschile – quarti di finale

Giovedì 11 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare femminile – semifinali

Venerdì 12 luglio

Dalle 11.30 sui campi esterni, 13:00 sul Centre Court e No.1

Singolare maschile – semifinali

Sabato 13 luglio

Ore 14 – Finale singolare femminile

Domenica 14 luglio

Ore 14 – Finale singolare maschile