quote Liga | scommesse campionato spagnolo

QUOTE LIGA SPAGNOLA

La Liga o Primera División

La Primera División, conosciuta per ragioni di sponsor con il nome “La Liga”, è la massima categoria del calcio professionistico in Spagna. Amministrata dalla LFP (Liga de Futbol Profesional), essa viene disputata da 20 squadre che si sfidano in un girone all’italiana con partite di andata e ritorno. Al termine della stagione le ultime tre squadre in classifica retrocedono in Segunda División. Allo stesso modo, all’inizio della stagione successiva tre squadre provenienti dalla Segunda División vengono promosse in Liga (due con la promozione diretta, una per mezzo dei playoff).

A oggi sono 62 le squadre che hanno partecipato alla Liga a partire dalla sua fondazione nel 1927 ma soltanto 9 club sono riusciti ad essere incoronati campioni. A farla da padroni sono il Real Madrid con 33 titoli e gli acerrimi rivali del Barcellona campioni per 25 volte. Seguono l’Atletico Madrid con 10 titoli, Athletic Bilbao Valencia con 8 e 6 edizioni vinte rispettivamente. Completano l’elenco la Real Sociedad che vanta 2 campionati vinti e le due formazioni di Siviglia, Sevilla FC e Real Betis con un titolo a testa.

Secondo il coefficiente dei campionati UEFA, la Liga è stato il torneo più competitivo negli ultimi cinque anni, un dato legittimato anche dai successi in campo europeo delle formazioni iberiche. Sono infatti 18 le Champions League vinte da club spagnoli, che la fanno da padroni anche per quanto riguarda Europa League (11), la Supercoppa UEFA (14) e il Campionato del Mondo FIFA per club (6). Oltretutto nei club spagnoli hanno militato ben 19 palloni d’Oro.

Al pari della Premier League, la Liga è uno dei campionati sportivi più seguiti al mondo. La media spettatori allo stadio è di 26,983 presenze. Un dato sull’affluenza che colloca il campionato spagnolo al sesto posto nella classifica degli sport più visti al mondo, e al terzo posto in quella delle leghe calcistiche dietro Bundesliga e Premier League.

Record, curiosità e statistiche sulla Liga

Sebbene alcuni la vedano come uno dei più bei campionati al mondo, la Liga è un torneo che è stato spesso tacciato di essere un “affare a due” tra Real Madrid e Barcellona. E in effetti, a parte qualche sporadica incursione, negli ultimi 30 anni ben 24 titoli di campione di Spagna sono stati vinti dalle due grandi. Nell’ultimo decennio, inoltre, questo duopolio è coinciso con il dominio incontrastato dei due marziani Cristiano Ronaldo e Lionel Messi che con Real Madrid e Barcellona hanno praticamente monopolizzato il titolo di Pichichi (così è chiamato il capocannoniere in Spagna) e Palloni d’Oro. Il primato in termini di goal spetta all’argentino autore finora di 383 goal, seguito a ruota da CR7 con 311 marcature. Staccato a 251 reti il bomber degli Anni ’50 Telmo Zarra.

L’impatto di Messi e Ronaldo sulla Liga è stato devastante: basti pensare che l’ex Real Madrid nella sua avventura spagnola ha realizzato 34 triplette, mentre Messi ne ha realizzate 8 in una sola stagione. Se volessimo riportare tutte le loro statistiche, non finiremmo più. Mentre per il portoghese, trasferitosi in Serie A, i numeri restano impressionanti ma si fermano qui, il fuoriclasse dei blaugrana potrà continuare a migliorare i suoi record.

Analizzando i calciatori più presenti di sempre, invece, il record spetta all’ex portiere Andoni Zubizarreta, sceso in campo in 622 incontri ufficiali. Subito dopo l’estremo difensore del Barcellona e della nazionale spagnola, viene un’altra leggenda ossia Raul Gonzalez Blanco, implacabile attaccante del Real Madrid con 550 caps.

 

La Liga: stagione 2018-2019

  • Prima giornata 10/08/2018
  • Ultima giornata 12/05/2019

La stagione che sta per incominciare sarà la numero 88 nella storia della Liga. Il torneo 2018-2019 si aprirà il 17 agosto 2018 per poi concludersi il 26 maggio 2019. Le grandi novità di questa edizione saranno l’introduzione del VAR, tecnologia ancora in fase sperimentale utilizzata per ridurre al minimo gli errori arbitrali e l’adozione di un calendario asimmetrico (l’ordine delle giornate non seguirà specularmente quello del girone d’andata), soluzione studiata per massimizzare gli introiti derivanti dalla vendita di diritti televisivi.

Cinque squadre madrilene

Per la prima volta nella storia della Liga, la Comunidad Autonoma de Madrid potrà contare su cinque rappresentanti nella massima serie (Madrid è anche la città più vincente di Spagna in assoluto con 43 titoli vinti, 33 del Real, 10 dell’Atlético). Con la promozione del Rayo Vallecano, si arricchisce il gruppo composto da Real Madrid, Atlético de Madrid, CD Leganés e Getafe. Tale situazione è superata a livello europeo soltanto da Londra e dalle sue numerose squadre. Questa stagione segna, inoltre, il debutto in Liga del SD Huesca. Per il terzo anno di fila una squadra fa il suo esordio assoluto nella massima serie spagnola: le ultime in ordine di tempo erano state Girona e Leganés.

Quote Scommesse Liga

In Spagna, neanche a dirlo, i bookmaker indicano come pretendente numero uno alla conquista della Liga il “solito” Barcellona. Le scommesse sulla vittoria finale dei blaugrana hanno una quota prevedibilmente bassissima che si attesta attorno all'1,75. I catalani dovranno assorbire lo shock di giocare senza il loro leader tecnico Andres Iniesta, andato a chiudere la carriera in Giappone ma hanno ugualmente condotto una campagna acquisti di livello e una volta trovate le misure non dovrebbero avere problemi a veleggiare spediti verso l’ennesimo titolo.

L'antagonista dei culé è ovviamente il Real Madrid, il cui trionfo in campionato è quotato 2,35. La formazione del neo-allenatore Lopetegui, ex CT della Nazionale spagnola, potrebbe soffrire moltissimo l'addio di Cristiano Ronaldo, un calciatore che oltre a centinaia di goal, conferiva tanto alla camiseta blanca sotto il profilo del carisma. Delle rivoluzioni affrontate dalle due big del campionato spagnolo, potrebbe approfittare l'Atlético Madrid del Cholo Simeone che può contare su un'ossatura di squadra ampiamente collaudata, impreziosita da nuovi talentuosi arrivi. La vittoria del titolo da parte dei colchoneros paga 11 volte la posta. Escluse le tre formazioni più importanti della Liga, entriamo nel regno delle quote pazze col Valencia pagato a 100 e il Siviglia a 150. In entrambi I casi, tuttavia, le quote coincidono realisticamente con le possibilità di competere per il titolo di campione di Spagna da parte di queste due formazioni.

 

La Liga: movimenti di mercato

Real Madrid: linea verde per il post CR7

Assorbito lo scossone della cessione di Cristiano Ronaldo alla Juventus, il Real Madrid ha subito reinvestito parte dei denari per acquistare nuovi calciatori. Contrariamente a come ci ha abituato negli anni il club di Florentino Perez, i soldi derivanti dalla vendita dell’asso portoghese non stati reinvestiti su un altro top player bensì su più giocatori dal sicuro avvenire: vestiranno di bianco la giovanissima ala prelevata dal Flamengo Vinicius Junior, il terzino Alvaro Odriozola e il portiere Andriy Lunin, elementi che facevano gola a tante big europee. Entro la fine del mercato la dirigenza del Real cercherà di regalare a Lopetegui un altro attaccante e soprattutto di confermare la permanenza di Luka Modric, per cui è altissimo il pressing dell’Inter.

Barcellona, Malcom e Vidal per Valverde

Nonostante le tante speculazioni inerenti il ritorno di Neymar, alla fine non se n’è fatto nulla. Il Barcellona ha optato per l’acquisto di un altro funambolico brasiliano tutto velocità e dribbling, ossia l’ex Bordeaux, Malcom, letteralmente strappato alla Roma mentre era già in viaggio per raggiungere la Capitale. In difesa da segnalare l’arrivo del promettente centrale francese Clement Lenglet, acquistato dal Siviglia, mentre il centrocampo, rimasto orfano di Iniesta e Paulinho, è stato rinforzato con l’innesto del guerriero cileno Arturo Vidal, prelevato dal Bayern Monaco quando sembrava a un passo dal vestire la maglia dell’Inter. Questi giocatori vanno a sommarsi ad una rosa che può contare sul calciatore più forte al mondo, Leo Messi, e su fenomeni come Coutinho, Luis Suarez e Ivan Rakitic, giusto per nominarne qualcuno.

Atletico Madrid grande protagonista

Un club che ha speso ingenti capitali per rinforzare il proprio organico è l’Atletico Madrid: la dirigenza dei colchoneros, oltre a essere riuscita nell’impresa di trattenere il campione del mondo Antoine Griezmann, gli ha affiancato il connazionale Thomas Lemar, prelevato dal Lione per ben 70 milioni di euro. Altro acquisto importante è il portoghese Gelson Martins, giunto a parametro zero dopo la rottura del contratto con lo Sporting Lisbona. Dentro anche il terzino colombiano Santiago Arias, fortemente cercato dal Napoli e Nikola Kalinic, reduce da un periodo da dimenticare tra la parentesi al Milan e l’esclusione dalla Nazionale croata a mondiale in corso per essersi rifiutato di entrare a pochi minuti dalla fine.

Valencia, mercato sotto traccia

Chi ha condotto una sessione di calciomercato in sordina è stato il Valencia. La priorità per la squadra di Marcelino è stata quella di riscattare l’ex interista Geoffrey Kondogbia, costato 25 milioni di euro. Dal Lione è stato prelevato il difensore centrale franco-centrafricano Diakhaby, mentre la corsia destra è stata rinforzata con l’italiano Cristiano Piccini, cresciuto nella Fiorentina ma prelevato dallo Sporting Lisbona. In attacco alla fine è rimasto l’altro italiano in rosa, Simone Zaza, che non ha trovato acquirenti (per lui si parlava del Milan) e resterà a disposizione del tecnico del Valencia. 

 

Sarà sempre una tra Real e Barça ad aggiudicarsi il titolo di campione di Spagna?

SCOMMETTI SULLA liga: TUTTE LE migliori QUOTE SULLa Primera Division  le trovi su eurobet.it