Quote capocannoniere Champions League

I migliori bomber nella storia del torneo

La storia della Champions League è piena di grandi attaccanti che hanno impresso il proprio nome negli annali della competizione. Due attaccanti in particolare nell’ultimo decennio hanno monopolizzato le quote marcatori Champions League e parliamo inevitabilmente di Cristiano Ronaldo e Lionel Messi, atleti che hanno fatto incetta di successi individuali e di squadra con i loro rispettivi club. Il miglior marcatore di sempre nella storia della Champions League è Cristiano Ronaldo, calciatore ancora in attività sotto contratto con la Juventus. Il fenomeno portoghese, che ha disputato e vinto il torneo anche con le maglie di Manchester United e Real Madrid, ha realizzato fino ad oggi ben 128 reti, la maggior parte di esse quando era sotto contratto con i blancos. Subito dopo CR7, c'è il rivale di sempre, Lionel Messi, anche lui in attività come il collega lusitano, staccato di poco con 114 reti, tutte realizzate con la maglia del Barcellona (circostanza che fa dell’argentino il miglior marcatore nella storia della UEFA Champions League per un solo club). Dopo i due 'alieni', il terzo miglior marcatore di sempre nella storia della Champions League è Raul Gonzalez Blanco, autore di 71 centri realizzati prevalentemente quando giocava nel Real Madrid, ma anche di qualche rete con lo Schalke 04. Seguono appaiati altri due calciatori in attività come Robert Lewandowski e Karim Benzema, attaccanti di Bayern Monaco e Real Madrid, autori di 64 reti ciascuno. Scorrendo i nomi troviamo poi altre leggende del calcio come Ruud Van Nistelrooy con 56 gol, e Thierry Henry con 50 marcature. Appaiati con 48 reti ciascuno ci sono poi altri due grandi attaccanti come Zlatan Ibrahimovic e Andriy Shevchenko. All'ultimo posto nella top ten dei marcatori in Champions League figura l'italiano Filippo Inzaghi, che ha segnato 46 reti nelle sue partecipazioni alla coppa con Juventus e Milan. Chi altro si candida ad entrare nella storia? La risposta può arrivare consultando le quote marcatori Champions presenti su Eurobet!

Quote marcatori Champions: il bottino degli italiani

A proposito di calciatori italiani: quali sono i nostri connazionali che hanno segnato più gol in assoluto nella competizione iscrivendo il loro nome nella classifica marcatori Champions League? Quelli che hanno raggiunto la doppia cifra sono soltanto 12. Il miglior bomber italiano è come dicevamo prima Filippo Inzaghi, che ha anche vinto il torneo due volte con il Milan segnando due gol in finale contro il Liverpool nel 2007. Alle spalle di Superpippo, spicca il nome dell’ex compagno di squadra alla Juventus Alessandro Del Piero, che il trofeo l'ha vinto nel 1996 perdendo poi tre finali. La classifica dei bomber italiani in Champions vede presenti anche Marco Simone, con 25 reti, poi due leggende come Sandro Mazzola e Francesco Totti, rispettivamente a quota 17. Spazio anche per un altro Inzaghi, Simone, fratello di Pippo che ha timbrato 15 volte il cartellino europeo con la maglia della Lazio. Spicca anche la presenza di un difensore come Christian Panucci, in grado di realizzare 11 reti e vincitore del trofeo con la maglia del Milan nel 1994 e con quella del Real Madrid nel 1998. Ci sarà qualche altro italiano in grado di far bene quanto i suoi predecessori e marchiare il proprio nome nella classifica marcatori Champions?

Classifica marcatori Champions: la storia della Champions League

Come tutti gli eventi sportivi che si rispettino, anche la Champions League fa parte del vastissimo palinsesto di Eurobet.it e tra le tante opzioni di scommesse a disposizione è contemplata anche la possibilità di puntare sul vincitore della classifica marcatori, consultando le quote capocannoniere Champions League. Chiunque si definisca un appassionato di calcio conosce la UEFA Champions League, il più prestigioso torneo calcistico internazionale d'Europa per squadre di club maschili. Originariamente nota come Coppa dei Campioni d'Europa, fu poi rinominata Champions League (e spesso viene chiamata semplicemente Champions) nel 1992, sostituendo la dicitura storica con cui era stata istituita nel 1955. Fino al 1997 a questo torneo partecipavano esclusivamente le squadre vincitrici dei rispettivi campionati nazionali di massima divisione e inizialmente il format prevedeva esclusivamente doppi turni a eliminazione diretta. A partire dagli anni novanta i requisiti per la partecipazione al torneo furono soggetti a degli importanti cambiamenti ed estesi inizialmente ad alcune squadre classificatesi seconde nel proprio campionato nazionale. Successivamente la partecipazione venne estesa anche alle terze e quarte classificate delle prime nazioni della classifica UEFA (attualmente terze e quarte delle prime quattro nazioni, terze delle prime sei nazioni). Inoltre dal 1991 vennero introdotte una o più fasi a gironi nella parte iniziale del torneo.

Oggi la UEFA Champions League inizia a luglio con tre turni preliminari di qualificazione e un turno di play-off. Le sei squadre che superano questa fase accedono alla fase a gironi, unendosi ad altre ventisei squadre già qualificate. Le trentadue compagini si affrontano successivamente in otto gironi composti ciascuno da quattro squadre con partite di andata e ritorno. Le sedici squadre classificatesi al primo o al secondo posto nei gironi vengono ammesse alla fase a eliminazione diretta, che inizia con gli ottavi di finale e culmina con la finale in gara unica, solitamente disputata nel mese di maggio o giugno. La squadra che si laurea campione della Champions League, acquisisce il diritto a disputare la gara valida per l'assegnazione della Supercoppa UEFA e si qualifica per la Coppa del mondo per club FIFA, che assegna il titolo di campione del mondo per club. Celebre per essere un torneo dall’alto tasso di spettacolarità (in Europa si assiste molto più frequentemente a partite esenti da tatticismi, in cui le squadre sono solite affrontarsi a viso aperto), la Champions regala spessissimo tanti gol ed emozioni. A prendere parte a questo torneo, infatti, sono le migliori squadre del Vecchio continente, in cui giocano gli interpreti più forti di uno sport emozionante come il calcio. Per alcuni giocatori, in particolar modo per gli attaccanti, alle volte è sufficiente ascoltare l’inno della Champions che accompagna l’ingresso in campo delle squadre per caricarsi a molla e diventare protagonisti nelle notti europee che fanno sognare i tifosi. Da sempre la Champions è territorio di caccia per i grandi bomber che oltre all’intento di sollevare la coppa si sfidano a suon di gol e record.