Scommesse Primeira Liga | quote campionato portoghese

primeira liga

Scommesse Primeira Liga: le migliori quote

Il campionato portoghese è sempre stato un affare a tre tra Benfica, Porto e Sporting Lisbona e sembra che anche l'edizione 2019-2020 non faccia eccezione, come si può notare dall'orientamento delle quote Primeira Liga di Eurobet.it, le quali includono queste tre squadre nel novero delle favorite per la vittoria del titolo, con al massimo qualche possibilità di inserimento da parte dello Sporting Braga. Tutte le partite della Primeira Liga, detta anche Liga NOS, sono disponibili nel vastissimo palinsesto delle scommesse Primeira Liga di Eurobet.it ove è possibile scommettere sui match singoli con una moltitudine di giocate diverse tra loro, oppure sugli esiti antepost, vale a dire i verdetti di fine stagione come la squadra vincente campionato portoghese o le retrocessioni.

Primeira Liga: la storia del campionato

La Primeira Liga, conosciuta anche con il nome di Liga NOS per questioni di sponsor, rappresenta la massima divisione del campionato di calcio portoghese. Essa è organizzata dalla Liga Portuguesa de Futebol Profissional. Dalla stagione 2014-2015 il format del campionato prevede la partecipazione di 18 squadre che rendono protagoniste delle scommesse Primeira Liga. La prima classificata, oltre a vincere il titolo ottiene la qualificazione diretta alla fase a gironi di Champions League, mentre la seconda deve disputare i preliminari. Terza e quarta classificata si qualificano per l’Europa League. Le ultime due classificate, invece, retrocedono in Segunda Liga (nota anche come Liga Pro) e il loro posto viene preso dalle prime due classificate della medesima divisione (a meno che esse non siano squadre B, dette anche squadre riserve).

Fondata nel 1934 come una lega sperimentale chiamata Campeonato da Liga da Primera Divisão, diventò ufficiale nel 1938 e fu rinominata Campeonato Nacional da Primeira Divisão fino al 1999, anno in cui venne ribattezzata Primeira Liga. Fino ad oggi un totale di 70 squadre si sono alternate in questa divisione ma soltanto cinque di esse sono riuscite nell’impresa di laurearsi campioni di Portogallo. Tra di esse le tre grandi (conosciute localmente come Os Três Grandes), il Benfica (36 titoli), il Porto (28 titoli) e lo Sporting Club de Portugal (18) hanno vinto tutte le dizioni tranne quella del 1945-1946 vinta dal Belenenses e quella del 2000-2001 vinta dal Boavista. Il loro predominio sul campionato si può facilmente constatare osservando le quote Primeira Liga per ogni turno di Liga NOS. La Primeira Liga ha fatto passi in avanti come campionato e la crescita della sua reputazione è testimoniata dal piazzamento al settimo posto nel ranking UEFA per competizioni. In passato, tuttavia, aveva occupato anche un posto nella top 5.

Prima della riforma del calcio portoghese nel 1938 esisteva una competizione sperimentale che disputava già da diversi anni col nome di Primeira Liga e i suoi vincitori venivano annunciati come i campioni di lega. Nonostante ciò il torneo più popolare era la Taça de Portugal, una coppa a eliminazione che incoronava i campioni di Portogallo, sebbene a oggi questi non vengano più conteggiati come campionati vinti.  Con la riforma del ’38 si optò per la fondazione di una competizione con girone all’italiana come a più importante del calendario e che definisse i veri campioni di Portogallo. Dal 1938 al 1999 è stato utiizzato il nome Campeonato Nacional da Primera Divisão, o semplicemente Primeira Divisão.

Fu il Porto a vincere l’edizione inaugurale del nuovo campionato e lo stesso Porto riuscì a difendere il titolo anche nel torneo successivo. Nel 1939-40 il torneo fu espanso da 8 a 10, a seguito di una disputa amministrativa tra due squadre, il Porto e l’Academico do Porto, in merito ad una gara di un torneo regionale terminata dopo soli 43 minuti dalla partenza e poi ripetuta (con vittoria del Porto). La Federazione calcistica portoghese, così, per non scontentare nessuno allargò il campionato a 10 squadre (aggiungendone una in più da Porto e un’altra da Setubal), annullando così il risultato della partita ripetuta. Il Porto perse così il suo titolo regionale e finì al terzo posto. Nuovi campioni regionali furono quelli del Leixoes SC, mentre l’Academico terminò al secondo posto. Tutti e tre i team furono così ammessi alla Primeira Divisão.  Nel 1941-42 fu deciso di portare definitivamente il campionato da 8 a 10 squadre estendendolo ai campioni di Braga e Algarve (fino a questa stagione partecipavano soltanto i top team di Porto, Coimbra, Lisbona e Setubal).

Il Porto terminò di nuovo terzo e non riuscì ad entrare in Primeira Liga, ma una seconda espansione da 10 a 12 squadre consentì poi al club di prendere parte al campionato. Dopo la stagione 1945-46, il sistema di qualificazione basato sui campionati regionali fu abbandonato in favore di un sistema piramidale con promozioni e retrocessioni tra tre leghe. I club di Primeira Divisão, Segunda Divisão and Terceira Divisão non dovettero più scontrarsi con i loro campioni distrettuali nella stessa stagione come invece erano stati abituati a fare sin dalle prime stagioni della Liga. Una volta che la Liga Portuguesa de Futebol Profissional prese il controllo delle due leghe nazionali nel 1999, il torneo fu rinominato definitivamente Primeira Liga. 

Primeira Liga: stagione 2019-2020

• Data d’inizio 10 agosto 2018

La Primeira Liga 2019-2020 (conosciuta come Liga NOS per questioni di sponsor), dalla quale hanno tratto origine rispettivamente le quote Primeira Liga 2019-2020 e il fenomeno delle scommesse Primeira Liga per la medesima stagione, è l'86ª edizione del campionato di calcio di massima divisione portoghese. La stagione ha avuto inizio il 9 agosto 2019. Campione in carica è il Benfica, club che al termine dello scorso torneo ha festeggiato il 37° titolo della sua storia. Rispetto allo scorso campionato, non ci sono più le retrocesse Chaves, Nacional de Madeira e Feirense, sostitituite da Paços de Ferreira e Famalicão, rispettivamente prima e seconda classificata in Liga Pro, e dal Gil Vicente, club che militava nel Campeonato de Portugal (la terza divisione portoghese) che è stato ammesso a partecipare per effetto di una sentenza del Tribunale amministrativo di Lisbona. Da questa stagione le retrocessioni torneranno ad essere tre come di consueto.

Calciomercato Primeira Liga: i movimenti del 2019-2020

Come al solito il calciomercato dei club portoghesi è stato molto movimentato. A dominare le trattative è stato il Benfica, squadra che è cambiata profondamente rispetto alla passata stagione: ceduto Joao Felix all’Atletico Madrid, il club di Lisbona ha incassato l’impressionane cifra di 120 milioni di euro. Via anche Carrillo, Salvio e Lisandro Lopez. I rinforzi più importanti sono stati il centrocampista tedesco Weigl, prelevato dal Borussia Dortmund, Raul de Tomás (ceduto poi a gennaio all'Espanyol) e Carlos Vinicius dal Napoli.

A seguire, con una spesa simile al Benfica, c’è il Porto che ha optato per acquisti di profilo minore: presi il giapponese Nakajima, Zé Luis dallo Spartak Mosca, Uribe dal Club America e Ivan Marcano dalla Roma (per lui si tratta di un ritorno). Ceduti Eder Militao al Real Madrid, Felipe all'Atletico Madrid e Torres al Siviglia.

Lo Sporting Lisbona non è rimasto a guardare pur optando per un mercato meno dispendioso: in biancoverde sono arrivati Luciano Vietto dall'Atletico Madrid, lo sloveno Sporar dallo Slovan Bratislava e un paio di giovani interessanti come Rosier e Camacho, presi da Digione e Liverpool. Buone anche le operazioni che hanno portato l'ex Siena Luis Neto e il congolese Bolasie in prestito dal Crystal Palace. Cessioni importanti Raphinha al Rennes e la stella Bruno Fernandes, venduto al Manchester Utd. a gennaio.

Nel Braga vanno segnalati soprattutto gli acquisti di Galeno, ala sinistra prelevata dal Porto e di Vitor Tormena, difensore brasiliano prelevato dalla neo-promossa Gil Vicente. Le cessioni più remunerative sono state quella del mediano senegalese Loum al Porto e del brasiliano di passaporto portoghese Dyego Sousa ai cinesi dello Shenzhen. 

Primeira Liga: statistiche, record e curiosità

Come accennato in precedenza la formazione che ha vinto più edizioni del campionato di calcio portoghese è il Benfica, vincitore di 37 titoli. Sul secondo gradino del podio c’è il Porto che si è laureato campione portoghese ben 28 volte, mentre il terzo posto spetta allo Sporting Lisbona, che ha vinto 18 campionati. Benfica, Porto e Sporting, sono inoltre le uniche tre squadre ad aver preso parte a tutte e 85 le edizioni del campionato.

La seconda società più presente è il Belenenses che vanta 77 partecipazioni, seguito dal Vitoria Guimarães con 74 campionati giocati. Il miglior marcatore in assoluto del campionato portoghese è Fernando Peyroteo che con la maglia dello Sporting Lisbona mise a segno la bellezza di 331 goal. Subito dopo di lui c’è un’altra leggenda del calcio portoghese, Eusebio, che si fermò invece a 319 goal. L’argentino Hector Yazalde, invece, è il calciatore che ha realizzato più goal all’interno di un singolo torneo (46 nella stagione 1973-74).

Quote Primeira Liga: scommetti sul campionato di calcio portoghese su Eurobet.it!