Gp di Germania

QUOTE GP DI GERMANIA

MotoGP Germania: quote e scommesse

Il Gran Premio motociclistico di Germania è una delle 19 gare che fanno parte del calendario della stagione del Motomondiale organizzato dalla F.I.M. (Féderation Internationale de Motocyclisme).

Dal 1998 il GP di Germania si corre sul circuito del Sachsenring, situato nella località di Hohenstein-Ernstthal, nei pressi della cittadina di Chemnitz, nello stato federale della Sassonia. In precedenza la corsa si è svolta sui circuiti del Nürburgring e dell'Hockenheimring.

Sachsenring: le caratteristiche del circuito

·         Lunghezza: 3,7 km

·         Giri: 30

·         Lunghezza complessiva: 110,1 km

·         Curve: 10 sx, 3 dx

·         Lunghezza del rettilineo: 700 m

Il circuito del Sachsenring è un altro tracciato dalla grande tradizione sportiva. Nelle strade adiacenti alla cittadina di Chemnitz si sono sempre svolte corse automobilistiche e motociclistiche sin dagli Anni ’20. Queste competizioni sono andate avanti fino all’inizio degli Anni ‘90, quando, a causa della pericolosità, considerando la densità della popolazione e le condizioni di sicurezza per i piloti, fu deciso di costruire il circuito di Sachsenring. Il nuovo tracciato fu ubicato a una decina di km da Chemnitz e fu utilizzato essenzialmente come centro di addestramento per piloti e scuola di guida.

Il circuito ospitò il suo primo Gran Premio del Motomondiale nel 1998. Da allora sono state effettuate continue migliorie negli impianti, tra esse il radicale cambiamento nel disegno del tracciato effettuato nel 2001. Il Sachsenring si contraddistingue soprattutto per le sue curve strette che lo rendono uno dei tracciati più lenti del calendario, ma queste stesse caratteristiche fanno sì che non manchino gare sempre combattute. 

GP di Germania: la storia

La prima gara classificabile come "Gran Premio di Germania" risale al 1925 e fu disputata sul circuito dell'AVUS a Berlino. In seguito, si sono susseguite altre 13 edizioni fino al 1939 in cui al circuito originario sono stati alternati quelli del Nürburgring e del Sachsenring.

Terminata la Seconda Guerra Mondiale, il Gran Premio di Germania riprese nel 1951 sul circuito del Nürburgring, nonostante questo fosse stato pesantemente danneggiato durante i bombardamenti. Al leggendario tracciato, si alternarono negli anni successivi anche lo Schottenring, il circuito di Solitude e l'Hockenheimring. Dal 1952 il GP di Germania ebbe validità per il motomondiale.

Dopo la divisione della Germania in due differenti stati, dal 1958 al 1977, il "Gran Premio della Germania Ovest" venne affiancato anche da una gara disputata in Germania Orientale, il Gran Premio motociclistico della Germania Est, disputato sul circuito del Sachsenring (questa nuova gara ebbe validità per il motomondiale a partire dall'edizione del 1961).

Il “vecchio” Sachsenring era un circuito stradale che partiva da Hohenstein-Ernstthal e puntava a Nord. Costeggiava l’autostrada A4, quindi voltava a sud, prendendo la B180 e quindi, con l’ultima curva verso Est, chiudeva il giro di 8,6 km.

La prima gara si svolse nel 1927, l’anno successivo venne riproposto, ma 41 incidenti forzarono gli organizzatori a cancellare l’evento. Le gare ripresero nel 1934 e nel 1961 il Sachsenring divenne parte del calendario mondiale come GP della Germania Est.

Durante l’epoca della Guerra Fredda, a imporsi sul circuito tedesco furono Agostini ed Hailwood, su MV Agusta: il pilota britannico fu in grado di vincere 4 gare della classe regina consecutive dal 1962 al 1965, mentre l’italiano centrò 6 successi uno dopo l’altro dal 1967 al 1972. Proprio il 1972 fu l’ultimo anno del “vecchio” Sachsenring nel mondiale. L’evento, in seguito, continuò fino al 1989, ma fuori dal motomondiale, e riservato solo ai paesi dell’Est Europa.

Il “nuovo” Sachsenring fu costruito nel 1996 e fu in grado di ospitare una gara del motomondiale nel 1998. Inizialmente il circuito generò polemiche poiché era ritenuto teoricamente inadeguato agli standard richiesti dalla FIM. Il tracciato, infatti, era troppo corto rispetto ai 3,5 km richiesti come minimo indispensabile. A questo problema si ovviò misurando il circuito attraverso lo standard della “racing line” invece di utilizzare lo standard FIM “average-inside-and-outside”, il tracciato risultava di 8 metri superiore al minimo (3,508 km), quindi adatto.

Anche in questo caso scoppiò la polemica, ma il deus ex-machina della MotoGP Carmelo Ezpeleta rispose incurante delle rimostranze: “Non mi importa se la pista è più corta del minimo richiesto. Se non è pericolosa e ci sono 65.000 persone che comprano il biglietto in anticipo, io la ritengo una buona gara.” In seguito, il circuito del Sachsenring è stato ulteriormente modificato nel tratto opposto al rettilineo di partenza/arrivo. Dopo le ultime modifiche la lunghezza ha raggiunto i 3,704 km nel 2001.

Albo d’oro GP Germania motociclismo

Di seguito l’elenco dei vincitori nella classe regina da quando il GP di Germania è valevole per il calendario del Motomondiale:

Anno – Circuito – Pilota vincitore

•          1951 – Solitude – Geoff Duke

•          1952 – Solitude – Reg Armstrong

•          1953 – Schottenring – Walter Zeller

•          1954 – Solitude – Geoff Duke

•          1955 – Nürburgring Nordschleife – Geoff Duke

•          1956 – Solitude – Reg Armstrong

•          1957 – Hockenheim – Libero Liberati

•          1958 – Nürburgring Nordschleife – John Surtees

•          1959 – Hockenheim – John Surtees

•          1960 – Solitude – John Surtees

•          1961 – Hockenheim – Gary Hocking

•          1964 – Solitude – Mike Hailwood

•          1965 – Nürburgring Nordschleife – Mike Hailwood

•          1966 – Hockenheim – Jim Redman

•          1967 – Hockenheim – Giacomo Agostini

•          1968 – Nürburgring Nordschleife – Giacomo Agostini

•          1969 – Hockenheim – Giacomo Agostini

•          1970 – Nürburgring Nordschleife – Giacomo Agostini

•          1971 – Hockenheim – Giacomo Agostini

•          1972 – Nürburgring Nordschleife – Giacomo Agostini

•          1973 – Hockenheim – Phil Read

•          1974 – Nürburgring Nordschleife – Edmund Czihak

•          1975 – Hockenheim – Giacomo Agostini

•          1976 – Nürburgring Nordschleife – Giacomo Agostini

•          1977 – Hockenheim – Barry Sheene

•          1978 – Nürburgring Nordschleife – Virginio Ferrari

•          1979 – Hockenheim – Wil Hartog

•          1980 – Nürburgring Nordschleife – Marco Lucchinelli

•          1981 – Hockenheim – Kenny Roberts

•          1982 – Hockenheim – Randy Mamola

•          1983 – Hockenheim – Kenny Roberts

•          1984 – Nürburgring GP-Strecke – Freddie Spencer

•          1985 – Hockenheim – Christian Sarron

•          1986 – Nürburgring GP-Strecke – Eddie Lawson

•          1987 – Hockenheim – Eddie Lawson

•          1988 – Nürburgring GP-Strecke – Kevin Schwantz

•          1989 – Hockenheim – Wayne Rainey

•          1990 – Nürburgring GP-Strecke – Kevin Schwantz

•          1991 – Hockenheim – Kevin Schwantz

•          1992 – Hockenheim – Michael Doohan

•          1993 – Hockenheim – Daryl Beattie

•          1994 – Hockenheim – Michael Doohan

•          1995 – Nürburgring – Daryl Beattie

•          1996 – Nürburgring – Luca Cadalora

•          1997 – Nürburgring – Michael Doohan

•          1998 – Sachsenring – Michael Doohan

•          1999 – Sachsenring – Kenny Roberts Jr.

•          2000 – Sachsenring – Alex Barros

•          2001 – Sachsenring – Max Biaggi

•          2002 – Sachsenring – Valentino Rossi

•          2003 – Sachsenring – Sete Gibernau

•          2004 – Sachsenring – Max Biaggi

•          2005 – Sachsenring – Valentino Rossi

•          2006 – Sachsenring – Valentino Rossi

•          2007 – Sachsenring – Dani Pedrosa

•          2008 – Sachsenring – Casey Stoner

•          2009 – Sachsenring – Valentino Rossi

•          2010 – Sachsenring – Dani Pedrosa

•          2011 – Sachsenring – Dani Pedrosa

•          2012– Sachsenring – Dani Pedrosa

•          2013 – Sachsenring – Marc Márquez

•          2014 – Sachsenring – Marc Márquez

•          2015 – Sachsenring – Marc Márquez

•          2016 – Sachsenring – Marc Márquez

•          2017 – Sachsenring – Marc Márquez

•          2018 – Sachsenring – Marc Márquez

MotoGP Germania 2019

·         Data: 7 luglio 2019

·         Circuito: Sachsenring

Conosciuto ufficialmente con la denominazione di “HJC Helmets Motorrad Grand Prix Deutschland” per ragioni di sponsor, il GP di Germania in programma domenica 7 luglio alle ore 14:00 sarà valido come nona prova del Motomondiale F.I.M.. Con questa gara, il Gran Premio di Germania giungerà all’edizione numero 68 nella sua storia.

Scommesse MotoGP Germania 2019

Secondo i bookmakers il favorito per la vittoria del GP di Germania è sempre lui, lo spagnolo Marc Marquez: il campione del mondo in carica in sella all’Honda ufficiale è bancato a 1,45. Subito dopo il 26enne iberico, troviamo il centauro della Ducati Andrea Dovizioso, il cui successo è offerto a 9,00 volte la posta iniziale, così come per Maverick Viñales della Yamaha (attenzione in particolar modo allo spagnolo, che ha vinto nell’ultima prova del mondiale ad Assen).

Viene quotato a 12,00 il sorprendente Fabio Quartararo, che nelle ultime uscite a bordo della sua Petronas Yamaha SRT ha mostrato di essere molto veloce, piazzandosi secondo in Catalogna e terzo ad in Olanda. Di poco più alte le quote di Petrucci e Rins, entrambi bancati a 13,00. Quotato a 15,00 Valentino Rossi, che sta attraversando uno dei momenti più neri della sua lunga carriera dopo 3 ritiri nelle ultime 3 gare. Dopo il “Dottore” di Tavullia, nelle preferenze dei quotisti troviamo l’italiano della Petronas SRT Franco Morbidelli, l’australiano della Ducati clienti Jack Miller e il britannico della LCR Honda Cal Crutchlow, tutti quotati a 34,00 volte la posta iniziale. Il resto delle quote relative al GP di Germania sono consultabili su Eurobet.it nella sezione motociclismo.

GP Germania: curiosità, record e statistiche

Il pilota che vanta il maggior numero di successi nella storia del GP di Germania di motociclismo è l’italiano Giacomo Agostini con 13 vittorie. Dietro una leggenda del calibro di Agostini si colloca un altro grande fuoriclasse di questo sport, il campione del mondo in carica Marc Marquez che tra MotoGP, Moto2 e 125 in Germnia ha trionfato ben 9 volte: essendo ancora molto giovane (classe '93), lo spagnolo può certamente ambire a battere il record di Agostini.

Completano il podio a pari merito con 8 successi ancora un italiano e uno spagnolo: Carlo Ubbiali, pilota italiano attivo negli Anni '50 e Angel Nieto. Valentino Rossi e Dani Pedrosa, invece, vantano 4 successi ciascuno nelle varie classi del Motomondiale.

La scuderia più vincente in assoluto nella storia del GP di Germania è la Honda che è stata capace di cogliere 40 successi tra 125, 250, 500, Moto3 e MotoGP. Al secondo posto si piazza l'Aprilia con 18 trionfi ottenuti nelle classi 125 e 250. Completano il podio gli austriaci di KTM con 8 vittorie nel GP tedesco. Sul circuito del Sachsenring, il record del giro più veloce appartiene a Jonas Folger: il 2 luglio 2017, il tedesco sulla sua Yamaha YZR-M1 sfrecciò sul traguardo 1:21:442.