quote scommesse Arsenal-Tottenham

Quote Arsenal-Tottenham

Arsenal-Tottenham: quote e scommesse

Le scommesse per la partita tra Arsenal e Tottenham, valevole per i quarti di finale di English Football League Cup, in programma il prossimo 19 dicembre alle 20:45 (ora italiana) al momento vedono come favorita la squadra allenata da Unay Emery. La vittoria da parte dei gunners – che giocheranno tra le mura amiche dell’Emirates Stadium di Londra – è quotata a 2,25.

L’eventuale successo da parte degli uomini di Pochettino, invece, è quotato a 3,05, segno che per i bookmakers gli spurs partono leggermente sfavoriti. Il pareggio (ricordiamo che da quest’anno non esiste la ripetizione del match, il cosiddetto ‘replay’, in caso di parità non si va neanche ai supplementari, ma direttamente ai calci di rigore), invece, è quotato a 3,35. Trattandosi di due squadre dalla discreta produzione offensiva è da considerarsi relativamente buona la quota dell’over 2,5, pagato 1,65, contro il 2,10 dell’under 2,5. Più bassa la quota della giocata goal-goal, bancata a 1,52 contro il 2,35 del no goal.

 

I precedenti di Arsenal-Tottenham

La sfida tra le due squadre londinesi di Arsenal e Tottenham è conosciuta in Gran Bretagna come il “North London derby”, trattandosi di due formazioni che rappresentano realtà appartenenti alla zona nord della capitale inglese. Attualmente si tratta del derby più sentito (insidiato solo dalla rivalità tra West Ham e Millwall che però militano in categorie differenti) a Londra. L’origine della rivalità è da rintracciarsi a seguito dello spostamento dell'Arsenal all'Highbury Stadium nel 1913 e si è consolidata dopo la promozione dei Gunners in Premier League nel 1919.

In totale Arsenal e Tottenham si sono affrontate 163 volte in campionato con 66 successi dei gunners, 45 pareggi e 52 vittorie degli spurs. I precedenti in coppa di lega sono 13 e vedono ancora una volta in vantaggio la formazione biancorossa, vincitrice in 7 incontri contro i soli 3 successi del Tottenham, mentre le altre 3 gare sono finite in parità.

La prima partita ufficiale tra Arsenal e Tottenham si giocò il 4 dicembre 1909, nell'ambito della First Division del campionato inglese, e si concluse 1-0 in favore dei gunners. L'ultimo match disputato tra le due squadre, risale allo scorso 2 dicembre 2018 ed è finito con un 4-2 per l’Arsenal all’Emirates Stadium (doppietta di Aubameyang, e goal di Lacazette e Torreira per i gunners, mentre per gli spurs hanno fatto centro Dier e Kane).

La vittoria più larga nei derby per l'Arsenal consiste in un 6-0 del 6 marzo 1935, mentre per il Tottenham risale a un 5-0 del 4 aprile 1983. La partita con il maggior numero di goal tra le due formazioni ha avuto luogo il 13 novembre 2004 ed è terminata con il punteggio di 5-4 per i Gunners. L’ultima volta che le due squadre si sono sfidate in EFL Cup è stato il 23 settembre 2015, in occasione dei sedicesimi di finale: anche in quell’occasione vinse l’Arsenal con il punteggio di 1-2. 

Arsenal

Storica società calcistica del panorama calcistico inglese, l’Arsenal Football Club rappresenta l'area a Nord di Londra, sebbene possa vantare tifosi in tutto il mondo. I “Gunners" (tradotto letteralmente in italiano "i cannonieri") per via del cannone simbolo del club, militano nella massima divisione del campionato inglese di calcio ininterrottamente dalla stagione 1919-1920.

Questo fa di loro la squadra più longeva della First Division, poi Premier League. La fondazione del club risale al lontanissimo 1886 ed è uno dei quattordici club che rappresentano Londra a livello professionistico (nonché uno dei più antichi del Paese). A livello cittadino, l'Arsenal è la squadra londinese che può vantare il maggior numero di trofei, mentre in ambito federale si colloca al terzo posto dopo Manchester United e Liverpool.

Il palmares dei biancorossi annovera vantare ben 13 titoli inglesi, 13 FA Cup (record di vittorie), 2 League Cup e 15 Community Shield. In ambito internazionale, invece, i successi più importanti sono la conquista di 1 Coppa delle Coppe e 1 Coppa delle Fiere. L'Arsenal è inoltre una delle quattordici squadre ad aver raggiunto le finali di tutte le tre principali competizioni gestite dalla UEFA: Champions League (2005-2006), Coppa UEFA (1999-2000) e Coppa delle Coppe (1979-1980, 1993- 1994 e 1994-1995).

Gli ultimi 20 anni di storia dell’Arsenal sono stati legati a doppio filo al nome del manager Arsene Wenger: ingaggiato nel 1996, il francese è rimasto in carica fino al giugno del 2018. A lui si devono i successi recenti dei gunners oltre alla scoperta e alla valorizzazione di un gran numero di calciatori: basti pensare a gente come Patrick Vieira, Dennis Bergkamp, Thierry Henry e Cesc Fabregas o Mesut Özil, soltanto per citarne alcuni dei più importanti.

A partire dalla stagione 2018-2019, il manager in carica all'Arsenal è il basco Unay Emery, allenatore che è salito alla ribalta negli scorsi anni alla guida del Siviglia con cui ha vinto ben tre edizioni dell'Europa League. Dopo un biennio trascorso alla guida del Paris Saint-Germain (che lo aveva assoldato per tentare il blitz in Champions League), lo spagnolo ha raccolto l’ingombrante eredità di Arséne Wenger.

L’inizio in Premier League non è stato dei migliori in virtù dei due ko di fila contro Manchester City e Chelsea ma poi il suo Arsenal ha saputo rialzarsi e mettere in fila una striscia di dieci vittorie consecutive tra campionato, Europa League e EFL Cup.

Il manager basco durante il calciomercato estivo ha fatto il possibile per rinforzare un organico che già annovera giocatori di classe mondiale come Özil, Aubameyang e Lacazette, acquistando cinque calciatori.

Dal campionato italiano sono arrivati Lucas Torreira (30 milioni di euro alla Sampdoria) e Stephan Lichtsteiner (preso a parametro zero dopo essere andato a svincolo dalla Juventus). Due rinforzi sono arrivati dalla Bundesliga: uno è Sokratis Papastathopoulos, difensore centrale greco ex di Genoa e Milan, l’altro è il portiere della nazionale tedesca Bernd Leno, acquistato dal Bayer Leverkusen, preso come alternativa al più esperto Cech. L’ultimo acquisto è stato il franco-marocchino Mattéo Guendouzi, scovato nella Ligue 2 francese tra le fila del Lorient FC.

Tottenham

Il Tottenham Hotspur Football Club è una società calcistica inglese che ha sede nell'omonimo sobborgo di Londra. Fondato nel 1882, il Tottenham vinse la FA Cup per la prima volta nel 1901, diventando il solo club di non-League a riuscire in questa impresa dal 1888, anno in cui il trofeo fu fondato. Il Tottenham è stato inoltre il primo club del 20° secolo a mettere a segno la doppietta campionato ed FA Cup, vincendo entrambe le competizioni nel 1960-61.

Dopo aver difeso con successo la FA Cup nel 1962, gli spurs divennero il primo club britannico a trionfare in una competizione UEFA, vincendo la Coppa delle Coppe. Il Tottenham è stato anche il club che ha vinto la prima edizione della Coppa UEFA nel 1972, risultato che ne ha fatto la prima società della Gran Bretagna a ottenere due successi nelle maggiori competizioni europee.

Il club londinese ha vinto un trofeo in ogni decade dagli anni ’50 ai 2000, un’impresa riuscita solo al Manchester United. In totale gli spurs hanno vinto 2 campionati inglesi, 8 FA Cup, 4 Coppe di Lega, 7 Community Shield, 1 Coppa delle Coppe e 2 Coppa Uefa. Il Tottenham – che rappresenta una zona di Londra situata a nord della Capitale britannica, è diviso da un’accesa rivalità con l’Arsenal, altra società del nord londinese, con cui dà vita al North-London Derby.

Nelle ultime stagioni, il Tottenham si è fatto apprezzare per la scoperta e la valorizzazione di diversi calciatori: a partire da Gareth Bale, finito poi al Real Madrid, passando per gli odierni Eriksen, Dele Alli e Harry Kane, elementi che fanno gola alle più grandi squadre d’Europa. In panchina siede per la quinta stagione il manager argentino Mauricio Pochettino che in questi anni, oltre a plasmare molti giovani e a renderli dei perni della prima squadra, ha dato una precisa identità di gioco al Tottenham, che nell’anno del Leicester campione è andato vicinissimo alla vittoria del titolo.

Durante l’ultima sessione di mercato estiva la dirigenza degli spurs ha operato una scelta non convenzionale non svolgendo alcuna operazione in entrata e in uscita. Il Tottenham è rimasto con l’organico della scorsa stagione e il motivo di questa scelta risiede nel fatto che il club ha dovuto sborsare delle cifre enormi per la costruzione del nuovo stadio che prenderà il posto di White Hart Lane (doveva essere già completato e operativo ma a causa di ritardi per accertare le condizioni di sicurezza aprirà i battenti nel 2019, per questo gli spurs giocano temporaneamente a Wembley).

Nonostante l’assenza di mercato e l’assenza di uno stadio di casa nel vero senso della parola, il Tottenham sta ben figurando in Premier League: al momento gli spurs sono al terzo posto in classifica con 36 punti, dietro Manchester City e Liverpool protagoniste di una partenza a razzo. Anche in Champions League, sebbene sia molto difficile, la qualificazione agli ottavi di finale è ancora possibile: la squadra di Pochettino è chiamata all’impresa sul campo del Barcellona e deve sperare in un passo falso dell’Inter a San Siro contro il PSV Eindhoven. 

 

Vuoi scommettere sulla vittoria esterna del Tottenham nel derby londinese contro i Gunners?

VUOI scommettere su Arsenal-Tottenham? Tutte le migliori Quote sulla EFL Cup ti aspettano online su Eurobet.it!