QUOTE EUROPEI UNDER 21

Europei U21 2019

·         Inizio: 16 giugno 2019

·         Conclusione: 30 giugno 2019

I campionati europei under 21 2019 d’Italia e San Marino saranno la 22ª edizione del torneo continentale europeo di calcio riservato alle nazionali under 21 (in questa edizione saranno selezionabili i giocatori nati dopo il 1º gennaio 1996). A ospitare la manifestazione saranno appunto l'Italia insieme a San Marino. Alla competizione partecipano 12 selezioni, divise in tre gironi da quattro squadre.

Passano il turno, accedendo alle semifinali, le prime squadre classificate di ogni gruppo più la migliore seconda. Oltre a mettere in palio il titolo di campione d’Europa di categoria, il campionato europeo under 21 riveste anche una grande importanza nell’ottica della qualificazione alle prossime Olimpiadi: in palio, infatti, ci 4 posti per Tokyo 2020 che finiranno alle quattro semifinaliste.

Nel caso in cui l’Inghilterra passi il turno, allora si disputerà uno spareggio tra le due migliori squadre non ammesse alle semifinali (le rappresentative del Regno Unito, ovvero Galles, Inghilterra, Irlanda del Nord e Scozia, non possono partecipare ai Giochi olimpici in quanto il Comitato Olimpico Internazionale non riconosce le singole federazioni, poiché il suo referente è il Comitato olimpico britannico. Qualsiasi selezione nazionale britannica che si voglia iscrivere al torneo calcistico olimpico è tenuta a farlo sotto l'insegna del Regno Unito).

Ambasciatore della competizione sarà Andrea Pirlo, leggenda della nazionale italiana di calcio, vincitore di due UEFA Champions League e di un mondiale, che con l’Italia Under 21 allenata da Cesare Maldini fu grande protagonista nel campionato europeo del 2000 vinto in Slovacchia battendo in finale la Repubblica Ceca grazie a una sua doppietta. In Italia la copertura televisiva dell’evento sarà a cura della Rai che trasmetterà le partite in chiaro e in diretta streaming sul sito e sull’applicazione di RaiPlay.

Le partite si giocheranno in sei località diverse: a Bologna (Stadio Renato Dall’Ara), Reggio Emilia (Mapei Stadium), Trieste (Stadio Nereo Rocco), Udinese (Dacia Arena), Cesena (Stadio Dino Manuzzi), Serravalle (San Marino Stadium).

Europei U21

Il campionato europeo di calcio under 21 è una competizione calcistica organizzata dalla UEFA, confederazione che raggruppa le nazionali europee, riservato alle squadre nazionali di calcio composte da giocatori che alla data dell’inizio della competizione hanno al massimo ventuno anni di età.

Il torneo si svolge con cadenza biennale e mette a confronto le migliori squadre nazionali di calcio a livello europeo. La nazionale più titolata nella storia della competizione è l'Italia, laureatasi campione d'Europa per 5 volte. Subito dopo gli Azzurrini c’è la nazionale spagnola che ha vinto 4 volte la manifestazione. Seguono poi Germania, Inghilterra, Olanda e Russia con 2 edizioni vinte a testa, mentre Serbia, Francia, Svezia e Repubblica Ceca vantano solo un trionfo a testa.

L’europeo di calcio under 21 è una competizione estremamente appassionante e costituisce per molti giovani calciatori un vero e proprio trampolino di lancio verso il calcio dei grandi. Da questo torneo sono passate assolute leggende del calcio come Roberto Mancini, Zinédine Zidane, Rudi Völler, Davor Šuker, Luís Figo, Raúl González Blanco e Frank Lampard, non a caso gli osservatori dei principali club europei assistono a questa manifestazione con grande attenzione, cercando di anticipare la concorrenza nella ricerca dei possibili fenomeni del domani.

Europei Under 21: la storia del campionato

La prima competizione per squadre nazionali giovanili fu la Challenge Cup istituita dall’UEFA e attiva dal 1964 al 1976. Il torneo prevedeva la partecipazione di calciatori di età inferiore ai 23 anni. Le cose cambiarono a partire dal 1970 quando la formula fu modificata assumendo la denominazione di Competizione europea Under-23 e coinvolgendo un numero di squadre maggiore.

Nel 1976 l'UEFA introdusse un ulteriore cambiamento trasformando la categoria in Under-21 e la competizione continuò fino al 1986 quando fu assunta l'attuale denominazione. Nel 1994 fu adottato il format della fase finale a quattro squadre, poi portate a otto nel 1998, con i gironi dal 2000, e infine a dodici dal 2017. Sempre dal 1994 la fase finale si svolge in unica sede e, finora, solo la nazionale olandese è riuscita a vincere l'edizione del torneo che ha ospitato. Per evitare coincidenze con altri eventi calcistici di rilievo dal 2007 gli europei under 21 di calcio si svolgono negli anni dispari.

Dall'edizione del 2017 le squadre qualificate sono passate da 8 a 12, e la formula è stata leggermente modificata con l’aumento dei gironi che passano da 2 a 3. In ogni caso, anche così si qualificano sempre 4 squadre, le prime di ogni gruppo e la migliore seconda. In futuro il campionato europeo di calcio under 21 sarà interessato da un altro cambiamento: dall'edizione 2021, infatti, le squadre partecipanti passeranno dalle 12 attuali a 16.

Per accedere alla fase finale degli europei under 21 le nazionali devono passare attraverso dei gironi di qualificazione stilati in base al ranking UEFA. Al termine della prima fase accedono alla fase finale undici squadre più la nazione ospitante, già scelta in precedenza. Le dodici finaliste vengono divise in tre gironi da quattro squadre ciascuno: le prime di ogni girone e la migliore seconda si incrociano nelle semifinali che infine decreteranno le finaliste (formula adottata dall'edizione in corso, con fase finale nel 2017).

Europei under 21: la composizione dei gruppi

Il sorteggio dei gruppi per la fase finale è avvenuto il 23 novembre 2018 a Sant'Agata Bolognese nella sede della Lamborghini. Attraverso il ranking sono state stabilite due squadre teste di serie alle quali si è aggiunta l'Italia, nazione padrona di casa. Le teste di serie non potevano essere sorteggiate quindi nello stesso gruppo, così come la terza, la quarta e la quinta del ranking. Per questo motivo le sei squadre rimanenti sono state poste nell'ultima urna a occupare le posizioni rimanenti nei tre gironi.

 

Girone A

Italia - Spagna - Polonia - Belgio

Girone B

Germania - Danimarca - Serbia - Austria

Girone C

Inghilterra - Francia - Romania - Croazia

Europei under 21: le quote

Per l’edizione 2019 degli Europei under 21 la grande favorita dei bookmakers è la rappresentativa dell’Inghilterra. Il trionfo della nazionale dei tre leoni viene offerto a 4,85 la posta iniziale. Dopo gli inglesi, i bookmakers piazzano un’altra nazionale dalla grande tradizione come la Spagna, quotata a 5,00. Di poco più alte le quote di Francia, Germania e Italia, tutte quotate a 5,50. Francesi e tedeschi hanno squadre temibili ma gli Azzurri possono contare sul fattore casalingo e su una delle nazionali più ricche di talento da qualche anno a questa parte.

Più staccate nelle preferenze dei quotisti troviamo nazionali come la Danimarca e la Serbia: per entrambe la vittoria finale è offerta a 10,00 volte la scommessa iniziale. Più alte le quote di Belgio, a 15,00, e Croazia, a 21,00, mentre sembrano avere davvero poche chance rappresentative come Austria e Polonia, entrambe offerte a 61,00 e la Romania, bancata 91,00 volte la posta iniziale. Per consultare tutte le altre scommesse sull’Europeo Under 21, dai singoli match alle vincenti dei gruppi, vi consigliamo di collegarvi nell’apposita sezione su Eurobet.it

Europei Under 21: calendario, data e orari

Il torneo inizierà domenica 16 giugno con la gara tra Polonia e Belgio in programma al Mapei Stadium di Reggio Emilia alle 18:30. Alle 21:00 toccherà ai padroni di casa dell’Italia: gli Azzurrini all’esordio saranno impegnati nella difficile sfida contro la Spagna allo stadio Renato Dall’Ara di Bologna. La finale del 30 giugno, invece, è in programma alle 20:45 alla Dacia Arena di Udine.

 

Domenica 16 giugno:

18.30 - Polonia-Belgio (gruppo A, a Reggio Emilia)

21.00 - Italia-Spagna (gruppo A, a Bologna)

Lunedì 17 giugno:

18.30 - Serbia-Austria (gruppo B, a Trieste)

21.00 - Germania-Danimarca (gruppo B, a Udine)

Martedì 18 giugno:

18.30 - Romania-Croazia (gruppo C, a Serravalle)

21.00 - Inghilterra-Francia (gruppo C, a Cesena)

Mercoledì 19 giugno:

18.30 - Spagna-Belgio (Gruppo A - Reggio Emilia)

21.00 - Italia-Polonia (Gruppo A - Bologna)

Giovedì 20 giugno:

18.30 - Danimarca-Austria (Gruppo B - Udine)

21.00 - Germania-Serbia (Gruppo B - Trieste)

Venerdì 21 giugno:

18.30 - Inghilterra-Romania (Gruppo C - Cesena)

21.00 - Francia-Croazia (Gruppo C - Serravalle)

Sabato 22 giugno:

21.00 - Italia-Belgio (Gruppo A - Reggio Emilia)

21.00 - Spagna-Polonia (Gruppo A - Bologna)

Domenica 23 giugno:

21.00 - Germania-Austria (Gruppo B - Udine)

21.00 - Danimarca-Serbia (Gruppo B - Trieste)

Lunedì 24 giugno:

21.00 - Inghilterra-Croazia (Gruppo C- Serravalle)

21.00 - Francia-Romania (Gruppo C - Cesena)

Mercoledì 27 giugno:

Orario da definire Eventuale Playoff olimpico (Cesena)

18.00 - Semifinale 1 (a Bologna)

21.00 - Semifinale 2 (a Reggio Emilia)

Sabato 30 giugno:

20.45 - Finale Europei Under 21 2019 (a Udine)

 

Europei under 21: i convocati dell'Italia

Ci sono grandi aspettative nei confronti dell’Italia: la nazionale allenata dal c.t. Gigi Di Biagio fa parte di quel gruppo di squadre che può aspirare alla vittoria del trofeo e ha dalla sua parte il vantaggio di giocare in casa. Il compito degli Azzurrini, tuttavia, non sarà per niente facile visto il girone in cui sono stati inseriti.

L’Italia esordirà contro la temibile Spagna e poi dovrà vedersela contro due avversari ostici come Polonia e Belgio. In ogni caso la selezione allenata da Di Biagio non dovrà temere nessuno poiché può contare su un organico pieno di talenti come non accadeva da tempo. Nonostante si cerchi di mantenere un basso profilo, l’Italia aspira a vincere il torneo pur consapevole che la concorrenza sarà agguerrita.

Italia, i convocati di Di Biagio

Portieri: Emil Audero (Sampdoria), Alex Meret (Napoli), Lorenzo Montipò (Benevento)

Difensori: Claud Adjapong (Sassuolo), Alessandro Bastoni (Parma), Kevin Bonifazi (Spal), Arturo Calabresi (Bologna), Federico Dimarco (Parma), Gianluca Mancini (Atalanta), Giuseppe Pezzella (Genoa), Filippo Romagna (Cagliari)

Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Manuel Locatelli (Sassuolo), Rolando Mandragora (Udinese), Alessandro Murgia (Spal), Lorenzo Pellegrini (Roma), Sandro Tonali (Brescia), Nicolò Zaniolo (Roma)

Attaccanti: Federico Chiesa (Fiorentina), Patrick Cutrone (Milan), Moise Bioty Kean (Juventus), Riccardo Orsolini (Bologna), Andrea Pinamonti (Frosinone).