Olympique Marsiglia – AS Monaco: quote e scommesse

Quote olympique Marsiglia - AS Monaco

Olympique Marsiglia – Monaco: quote e scommesse

 

Per la partita tra Olympique Marseille e Monaco del 13 gennaio 2019 in programma alle 21:00 allo stadio Velodrome l’orientamento dei bookmakers propende a favore della squadra di casa. La vittoria del Marsiglia, infatti, viene quotata a 1,55 e non potrebbe essere altrimenti, vista la distanza in classifica tra le due squadre divise da 14 punti (27 il Marsiglia, 13 il Monaco). La squadra del Principato, penultima in classifica e reduce da due k.o. di fila difficilmente riuscirà a piazzare un colpo esterno, per questo motivo i bookies quotano il successo del Monaco a 5,50.

Il pareggio è anch’esso un risultato ritenuto abbastanza improbabile e viene bancato a 4,20. Quota di 1,60 per l’over 2,5, mentre l’under 2,5 viene bancato a 2,20. Secondo i bookmakers è più alta la probabilità di un goal-goal, quotato a 1,65, rispetto al no-goal che viene invece offerto a 2,10. La doppia chance con la quota più alta è l’X2 (pareggio o vittoria Monaco), bancata a 2,40 (e che in virtù dei trascorsi favorevoli del Monaco a Marsiglia non è per niente male).

 

I precedenti di Marsiglia-Monaco

Marsiglia e Monaco, entrambe città costiere, sono divise da una rivalità abbastanza sentita da entrambe le tifoserie. L’ultima volta che il Marsiglia ha vinto in casa contro il Monaco risale al 10 maggio del 2015. In quella circostanza la formazione marsigliese riuscì a rimontare dopo il vantaggio firmato dopo appena un minuto da Joao Moutinho: Ayew e Alessandrini ribaltarono il risultato nel quarto d’ora finale dell’incontro.

Da quel momento in poi il Marsiglia ha sempre pareggiato o perso nelle sfide contro il Monaco al Velodrome. L'ultima volta in campionato in casa del Marsiglia risale al 28 gennaio 2018: in quell’occasione la partita terminò con il risultato di 2-2. A passare in vantaggio fu il Monaco con Keita Balde, il pareggio dei marsigliesi arrivò con l’ex milanista Rami.

Nella ripresa il Marsiglia si portò in vantaggio con un goal di Germain ma il Monaco riuscì a pareggiare con un goal di Fabinho. Un precedente particolarmente scottante per il Marsiglia è il 6-1 rimediato allo Stade Luis II il 27 agosto 2017: la formazione di Garcia fu travolta con il primo tempo concluso sul parziale di 4-0 a per i monegaschi, con le reti di Glik, Falcao (doppietta) e Diakhaby. Nella arrivarono anche le marcature di Sidibe e Fabinho, e il goal della bandiera di Cabella.

L’ultimo precedente assoluto, invece, risale alla gara di andata del campionato in corso: il 2 settembre in casa del Monaco ha vinto il Marsiglia: vantaggio marsigliese alla fine del primo tempo con goal di Mitroglu, nella ripresa il Monaco va in vantaggio con Tielemans e Falcao. Finita? Non proprio: il Marsiglia pareggia con Thauvin e alla fine piazza il colpaccio finale con il 2-3 messo a segno Germain nei minuti di recupero dell’incontro. 

quote scommesse Ligue 1

Olympique Marsiglia: Allez l'OM!

 

L'Olympique de Marseille, club la cui denominazione è sovente abbreviata in OM, è una società calcistica francese con sede nella città di Marsiglia. L’OM fa parte della Ligue 1, il campionato di vertice della piramide del calcio professionistico francese. Il club fu fondato nel lontano 1899 per mano di un assicuratore francese, tale René Dufaure de Montmirail. Dal 1937 l’Olympique Marseille gioca le sue partite casalinghe allo Stade Vélodrome, un impianto da 67.354 posti recentemente ammodernato e noto per il suo tifo caldissimo.

Il club di Marsiglia non è mai retrocesso da quando esiste la Ligue 1 (è anche la squadra con più partecipazioni in assoluto alla massima serie francese). Inoltre l’Olympique Marseille è una delle squadre più titolate di Francia: nella sua bacheca conserva ben 10 titoli di campione di Francia (di cui 9 Ligue 1), 10 Coppe di Francia, 3 Coppe di Lega e 3 Supercoppe di Francia. L’Olympique Marsiglia è inoltre l’unica squadra in Francia ad essersi laureata Campione d'Europa, trionfando nell’edizione 1992-1993 della Champions League (fu la prima stagione della Coppa dei Campioni con la nuova denominazione).

Con il Paris Saint-Germain, inoltre, è uno dei due club francesi ad aver trionfato in una competizione calcistica europea. La rivalità più accesa del club marsigliese è proprio contro la squadra della Capitale con cui va in scena la partita che viene comunemente chiamata Le classique (Il classico). Certo le cose per il Marsiglia sono diventate molto più complicate da quando a Parigi è subentrata la proprietà qatariota e i successi del PSG, grazie ai soldi degli sceicchi sono diventati la norma.

L’ultima Ligue 1 vinta risale ormai al 2009-2010 quando al timone del Marsiglia vi era l’attuale commissario tecnico della Francia Didier Deschamps (un tecnico vincente, che la scorsa estate si è laureato campione del mondo con i Bleus). La scorsa stagione l’OM ha chiuso al quarto posto in Ligue 1 ed è arrivato in finale di UEFA Europa League dove però si è dovuto arrendere agli spagnoli dell’Atletico Madrid (ricorderete le lacrime di Payet, infortunatosi dopo pochi minuti dall’inizio del match).

Sulla panchina dell’Olympique Marseille siede per la terza stagione di fila Rudi Garcia, ex allenatore della Roma, che è ormai alla sua terza annata alla guida del club e che è un veterano della Ligue 1, campionato vinto nel 2010-2011 quando guidava il Lille. Durante la sessione estiva di calciomercato la dirigenza marsigliese ha chiuso diverse operazioni importanti: dall’Inghilterra è arrivato il terzino dell’Aston Villa Jordan Amavi, mentre al centro della difesa è stato preso il promettente Duje Caleta-Car, centrale acquistato dal Salisburgo.

A centrocampo ci sono stati due innesti, uno di prospettiva come Nemanja Radonjic, e un altro d’esperienza come Kevin Strootman, fedelissimo di Garcia alla Roma, considerato il fiore all’occhiello della campagna acquisti del Marsiglia. Nonostante ciò, in campionato la squadra fa fatica e si trova ora al sesto posto con 27 punti a -3 dal Montpellier che occupa l’ultimo piazzamento utile per qualificarsi alla prossima UEFA Europa League.

L’edizione attuale della competizione europea, invece, è già finita: i francesi non si sono qualificati nel girone di cui facevano parte anche Eintracht Francoforte, Lazio e Apollon Limassol, piazzandosi al terzo posto dietro i tedeschi e gli italiani.  

 

Scopri tutte le quote vincente Olympique Marsiglia e...

Il Monaco cerca il riscatto al Velodrome

 

L'Association Sportive de Monaco Football Club, conosciuta più semplicemente come AS Monaco o Monaco, è una società calcistica del Principato di Monaco, iscritta alla federazione calcistica francese, motivo per cui pur facendo parte di un altro stato milita attualmente in Ligue 1, la massima divisione del campionato transalpino. Il club i cui colori sociali sono il bianco e il rosso come la bandiera del Principato, gioca le sue gare interne allo Stade Louis II, suggestivo impianto situato nel distretto di Fontvieille.

Il Monaco è tra le squadre più titolate del calcio francese: in bacheca vanta ben 8 campionati di Ligue 1, 5 Coppe di Francia, 1 Coppa di Lega francese e 4 Supercoppe di Francia. Meno fortuna in Europa dove ha raggiunto la finale di Champions League nel 2004 (persa contro il Porto di José Mourinho per 0-3), mentre negli anni novanta ha disputato per due volte la semifinale della Coppa Campioni, raggiunta nuovamente nella stagione 2016-2017.

Il Monaco ha perso inoltre una finale di Coppa delle Coppe contro il Werder Brema nella stagione 1991-1992. Le rivalità più accese sono, principalmente per motivi geografici, quelle con l'Olympique Marsiglia e il Nizza, con cui disputa il Derby della Costa Azzurra. Attualmente il Monaco vive una parabola discendente: dopo aver vinto un incredibile campionato nella stagione 2016-2017, trascinata dalle reti di un giovanissimo Kylian Mbappe, ed essere arrivato secondo nella stagione successiva, il club monegasco si trova momentaneamente al penultimo posto in Ligue 1.

Il cattivo rendimento stagionale ha portato all’esonero del tecnico portoghese Leonardo Jardim a metà ottobre. Al posto dell’artefice della vittoria del campionato appena due stagioni fa è arrivato Thierry Henry, leggenda del Monaco alla sua prima esperienza da tecnico di una prima squadra (dopo le esperienze con le giovanili dell’Arsenal e da vice di Roberto Martinez sulla panchina del Belgio).

Nonostante l’insediamento di Titì il rendimento del Monaco non è cambiato: in 9 partite dal cambio in panchina sono arrivate altre 6 sconfitte, 2 vittorie e 1 pareggio, ancora troppo poco per cercare uno sprint che consenta alla squadra di venire fuori dalle sabbie mobili della zona retrocessione.

Da dimenticare il rendimento in Champions League dove il Monaco era stato inserito nel gruppo con Atlético Madrid, Borussia Dortmund e Club Brugge: il Monaco ha concluso all’ultimo posto del girone perdendo 5 partite su 6. L’unico punto è arrivato grazie al pari in casa dei belgi. Dietro un rendimento così negativo ci sono gli evidenti limiti strutturali di una rosa giovanissima che nel corso delle ultime due stagioni ha perso i suoi interpreti migliori e che non è stata rinforzata adeguatamente.

Perso Mbappe due stagioni fa dopo il trasferimento da 190 milioni di euro (135 sono stati saldati in estate come parte restante), in questa stagione il Monaco è stato privato anche di elementi cardine come Fabinho e Lemar, finiti rispettivamente a Liverpool e Atletico Madrid, di un senatore come Joao Moutinho (Wolverhampton) e di altri prospetti interessanti come Rachid Ghezzal (Leicester), Adama Diakhaby (Huddersfield Town, stessa destinazione di Kongolo, difensore impiegato solo 3 volte dai monegaschi) e lo stesso Keita Baldé, ceduto in prestito con opzione per il riscatto all’Inter.

L’infornata di giovani arrivata al loro posto (tra cui Golovin, Henrichs, Geubbels e Barreca) ancora non sta rendendo e al massimo e se non ci sarà un cambio di marcia il rischio che si materializzi lo spettro della retrocessione.

Vuoi scommettere su Olympique Marsiglia - Monaco? Tutte le migliori quote scommesse sulla Ligue 1 e la sfida tra l’OM e i monegaschi ti aspettano online su Eurobet.it!