quote scommesse Serie D

quote scommesse serie d

La Serie D

La Serie D, conosciuta anche come Campionato Nazionale Dilettanti tra il 1992 e il 1999, costituisce il quarto livello della piramide del sistema calcio in Italia, dopo Serie A, Serie B e Serie C), nonché il primo a carattere dilettantistico semi-professionistico. Il campionato di Serie D è organizzato dalla Lega Nazionale Dilettanti e dal suo Dipartimento Interregionale.

 

Serie D: il format del campionato

Le società partecipanti alla Serie D sono ripartite in 9 gironi la cui formazione è stilata in base a criteri geografici. In uno di essi è incluso anche il San Marino, formazione proveniente dall’omonimo stato. La prima classificata di ogni girone ottiene la promozione diretta in Serie C e accede alla poule “Scudetto Serie D” per l'assegnazione del titolo di Campione d'Italia della Lega Nazionale Dilettanti.

Le squadre classificatesi dal secondo al quinto posto, invece, prendono parte ai play-off i cui vincitori affrontano le finaliste ed una semifinalista della Coppa Italia Serie D. Così facendo si ottiene anche una graduatoria delle eventuali candidate a subentrare in Serie C, nel caso di rinuncia o di mancata iscrizione al campionato (uno scenario molto comune, visti i problemi economici che affliggono molte squadre).

Ma come si assegna lo Scudetto di Serie D? Le nove squadre vengono divise in 3 gironi da 3 squadre e giocano due incontri, di cui uno in casa e l'altro in trasferta. Le tre vincenti dei gironi e la migliore seconda partecipano alle semifinali, con gare di andata e ritorno nelle quali sono valide la regola dei gol fuori casa, i tempi supplementari e i calci di rigore. In finale, invece, è prevista l'immediata esecuzione dei rigori, qualora al termine dei 90' regolamentari il risultato sia in parità.

Nei play-off, invece, ogni turno viene disputato in gara unica. La seconda e la terza classificata sono ammesse, rispettivamente, alla finale ed alla semifinale, mentre la quarta e la quinta si affrontano nel turno preliminare. In ogni partita la squadra con il miglior piazzamento nella stagione regolare gode del fattore campo e prevale in caso di parità al termine dei supplementari, non essendo previsti i rigori.

Per ogni girone, inoltre, sono previste 4 retrocessioni nel campionato di Eccellenza: le ultime due direttamente, le altre attraverso i playout tra le squadre classificate dal terzultimo al sestultimo posto, sempre che il distacco in classifica non sia uguale o superiore a 8 punti. Anche in questo caso non sono previsti i rigori e in caso di parità al 120' prevale la squadra che ha raggiunto la miglior posizione nella stagione regolare.

Per le situazioni di parità in classifica, a partire dalla stagione 2011-2012, viene utilizzato il criterio della classifica avulsa, mentre lo spareggio è previsto soltanto in caso di parità al primo posto: l'articolo 51 delle N.O.I.F. dispone che è da disputarsi in gara unica e campo neutro. Se tre o più squadre chiudono la stagione regolare in prima posizione, i risultati degli scontri diretti determinano quali sosterranno l'incontro. 

Record e curiosità sulla Serie D

A detenere il record di partecipazioni è il Cuneo che ha partecipato a 45 campionati di Serie D. Il record di partecipazioni consecutive è invece del Sansepolcro Calcio con 24 stagioni disputate dal 1994-95 al 2017-18.

La regione che conta il maggior numero di partecipazioni è la Lombardia con 171 squadre, mentre quella che detiene il maggior numero di vittorie nello Scudetto di Serie D è la Campania con 6. A nessuna squadra è mai riuscita l’accoppiata Scudetto Serie D e Coppa Italia Serie D nella stessa stagione (neanche in passato lo Scudetto Dilettanti e la Coppa Italia Dilettanti).

Juve Stabia, Sorrento, Como e Perugia sono riuscite a vincere nella stessa stagione il girone di Serie D e la Coppa Italia Serie D. Lodigiani, Montevarchi, Varese e Astrea hanno vinto nella stessa stagione il girone di Serie D e la Coppa Italia Dilettanti.

La Pro Vercelli è l'unica squadra ad essersi laureata Campione d'Italia ad aver conquistato il trofeo. Il club piemontese, inoltre, insieme a Venezia, Siena e la Pro Patria è una delle uniche squadre ad aver disputato la Serie A e ad aver vinto il trofeo. Como e Perugia sono le uniche squadre ad aver disputato la Serie A e ad aver vinto la Coppa Italia Serie D.

Treviso, Varese e Ancona sono le uniche squadre ad aver disputato la Serie A a girone unico e ad aver vinto la Coppa Italia Dilettanti, considerando tutte le edizioni della massima serie, si deve aggiungere il Casale (che è anche l’unica formazione ad essere stata Campione d'Italia ed aver vinto la Coppa Italia Dilettanti).

Il Venezia è l'unica formazione italiana ad avere in bacheca sia lo Scudetto Serie D sia la Coppa Italia maggiore, mentre il Bassano è l'unica formazione ad avere in bacheca sia lo Scudetto Serie D sia la Coppa Italia Lega Pro. La San Felice Normanna è l'unica formazione ad aver vinto almeno un'edizione sia dello Scudetto Dilettanti sia della Coppa Italia Serie D, seppur in epoche diverse.

Il record di punti conquistati nella stagione regolare è del Piacenza, che nella stagione 2015-2016 ha ottenuto 96 punti in 38 partite. Il record di punti conquistati nella stagione regolare in un girone "standard" a diciotto squadre appartiene invece al Montichiari che concluse a quota 87 nella stagione 1998-1999; la media punti di 2,56 costituisce il record assoluto della categoria.

Il record di punti di distacco sulla seconda classificata al termine della stagione appartiene alla Tritium, che nella stagione 2009-2010 ha rifilato 25 punti di scarto all'Alzano Cene. Il record di vittorie consecutive è detenuto dalla Sicula Leonzio con 15 vittorie di fila nella stagione 2016-2017.

Le uniche squadre che sono riuscite ad ottenere la promozione senza aver subito alcuna sconfitta sono Gioventù Brindisi e Licata nella stagione 1981-1982, Fasano nel 1992-1993, Biellese nel 1996-1997, Maceratese nel 2014-2015 e Parma nel 2015-2016.

Il record di spettatori accorsi per assistere a una partita di Serie D fu registrato il 25 aprile 1966 durante la partita tra Massiminiana e Paternò: l’incontro, valido per la stagione 1965-1966 fu disputato allo stadio Cibali di Catania di fronte a 25 000 spettatori, di cui 10 000 provenienti da Paternò e terminò con un pareggio senza reti. A detenere il record di abbonamenti venduti in una stagione è il Parma con 10.089 abbonati nella stagione 2015-2016.

Serie D 2018-2019

 

  • Data d’inizio 16 settembre 2018
  • Data di conclusione 12 maggio 2019

 

La regular season della Serie D 2018-2019 è iniziata lo scorso 16 settembre 2018 e si concluderà il 12 maggio del 2019. A questa edizione del campionato partecipano 162 squadre suddivise in 9 gironi i cui criteri sono principalmente geografici ma contemplano alcune eccezioni per ottemperare ad esigenze di ordine pubblico (come ad esempio prevenire il contatto tra tifoserie nei tantissimi derby regionali ed inter-regionali).

L’edizione 2018-2019 della Serie D verrà ricordata per essere una delle annate più competitive nella storia della quarta serie italiana: nell’estate del 2018, infatti, a causa di fallimenti societari la Serie D ospita squadre come Avellino, Bari e Cesena - che fino all’anno scorso competevano nel campionato di Serie B (revocata l’affiliazione dalla CO.VI.SOC ) - e Modena (ritirato dalla Serie C 2017-2018 dopo quattro partite perse a tavolino).

In particolare la formazione irpina torna in Serie D a distanza di 8 anni, i galletti dopo 64 e i romagnoli dopo 58, mentre per i modenesi si tratta di un debutto assoluto tra i dilettanti. Le 168 squadre sono state suddivise in nove gironi all'italiana, dei quali sei gironi (A, B, C, D, H ed I) da 18 club ciascuno, e tre (E, F e G) da 20 club ciascuno, organizzati secondo criteri di vicinanza geografica. Il campionato prevede un turno d'andata ed uno di ritorno, con promozione diretta in Serie C 2019-2020 per la vincente di ogni girone.

 

Quote Serie D: le migliori scommesse

Per quanto riguarda le favorite alla promozione diretta, cerchiamo di offrire una panoramica sui 9 gironi da cui trarre conclusioni per le tue scommesse sulla serie D.

Nel Girone A attenzione a Savona, Lecco e Sanremese, le tre formazioni più attrezzate per la vittoria.

Nel Girone B se la giocano in particolare Mantova, Como e Rezzato ma occhio anche al Sondrio.

Nel Girone C attenti alle “solite” Arzignano, Adriese e Campodarsego.

Nel Girone D grandi aspettative sul Modena ma attenzione anche al Pavia, la Reggio Audace con il Fanfulla possibile outsider.

Nel Girone E le favorite sono il Ponsacco, Gavorrano, Ghivizzano Sandonato e Tuttocuoio.

Nel Girone F la grande favorita è il Cesena: a insidiare i romagnoli ci sono Matelica, San Nicolò Notaresco e Sangiustese.

Nel Girone G dovrebbe avere vita facile l’Avellino, seguono Latina, Monterosi: occhio ad outsider come Lanusei e Trastevere Calcio.

Nel Girone H, come al solito tra i più combattuti, ci sono diverse squadre candidate alla promozione: occhio a Taranto, AZ Picerno, Audace Cerignola e Andria.

Nel Girone I sembra scontata la promozione del Bari, diventato di proprietà dell’ambiziosa famiglia De Laurentiis che vuole replicare la cavalcata trionfale dalle categorie inferiori alla A vissuta con il Napoli. Le altre formazioni ad ambire alla promozione sono Messina, Troina e Nocerina.

Scopri di più sul Campionato Nazionale Dilettanti: Quote, scommesse online e schedine sulla Serie D ti aspettano su Eurobet.it!