scommesse GP San Marino | quote motogp Misano

Scommesse GP San Marino: le migliori quote sul Gran Premio di Misano

 

MotoGP: scommesse GP San Marino 2019

Domenica 15 settembre 2019 si correrà il “Gran Premio motociclistico di San Marino e della Riviera di Rimini”. Consultando le quote offerte su Eurobet.it per la gara di Misano, il grande favorito per la vittoria finale è il campione del mondo in carica Marc Marquez. Nonostante il secondo posto a Silverstone, il rider catalano è ritenuto il pretendente numero uno al gradino più alto del podio, avendo già trionfato per ben cinque volte in carriera su questo tracciato.

Subito dopo Marquez si trovano altri due centauri iberici: Alex Rins, vincitore del GP di Gran Bretagna su Suzuki, e Maverick Vinales, terzo nel podio tutto spagnolo di Silverstone. Sembra difficile pensare a un Dovizioso in lotta per il podio dopo la brutta caduta di Silverstone. Un discorso molto simile si può fare anche per Jorge Lorenzo, protagonista di una stagione sfortunata con diverse cadute e pochissime soddisfazioni. Dal punto di vista della lotta per il podio vanno tenuti in considerazione anche Cal Crutchlow e Fabio Quartaro, oltre ai vari Jack Miller, Valentino Rossi e Danilo Petrucci.

In ottica mondiale tutto porta all'ennesimo titolo per Marquez, offerto con la quota più bassa con i bookmakers praticamente certi del suo trionfo. Segue Andrea Dovizioso, le cui ultime cadute hanno forse definitivamente compromesso le speranze di titolo. Poi Petrucci, Rins e Vinales. Durissima per Rossi che si avvia verso un'altra stagione avara di soddisfazioni.

Il Gran Premio motociclistico di San Marino e della Riviera di Rimini è una delle 19 prove che fanno parte del calendario del motomondiale a partire dalla stagione 2007. L’attuale gran premio è la continuazione di quello che tra il 1981 e il 1993 era denominato solo Gran Premio motociclistico di San Marino.

In diverse annate del motomondiale tra il 1981 e il 1993 si era già svolto il "Gran Premio motociclistico di San Marino", quale seconda gara dell'anno in Italia oltre al Gran Premio motociclistico d'Italia. La gara era stata successivamente ospitata su vari circuiti a rotazione: oltre che a Misano, si è corso anche all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola e al circuito del Mugello.

Nel 2007 il GP è stato ospitato sul Misano World Circuit di Misano Adriatico ed è tornato stabilmente a far parte del calendario del motomondiale con la denominazione di "Gran Premio motociclistico di San Marino e della Riviera di Rimini", la prima edizione con questa denominazione si è svolta il 2 settembre ed ha visto la vittoria della Ducati Desmosedici di Casey Stoner nella MotoGP. L'edizione del 2010 è stata funestata da un grave incidente avvenuto durante la gara di Moto2, costato la vita al pilota giapponese Shōya Tomizawa. 

GP di San Marino 2019

Data: 15 settembre 2019 h. 14:00

Il lungo weekend del GP di San Marino 2019 inizierà giovedì con le conferenze stampa dei piloti in gara. Venerdì 13 settembre avranno luogo il primo e il secondo turno di prove libere. Nella giornata di sabato 14 settembre ci sarà l'ultima sessione di libere e le qualifiche. Domenica, infine, dopo il warm up mattutino, è prevista la gara con inizio fissato alle 14:00. La gara di Misano sarà valida come tredicesima prova del Motomondiale 2019.  L’edizione del 2019 sarà la numero 22 nella storia del GP di Misano.

GP di San Marino: il circuito di Misano

Giri: 27

Lunghezza tracciato: 4,226 km
Lunghezza complessiva: 114,102 km
Curve: 6 a sinistra, 10 a destra
Rettilineo: 530 m

Record del circuito: 1’32.678 (Andrea Dovizioso)

Situato nelle immediate vicinanze di Rimini, il Misano Adriático Circuit è stato costruito nel 1972, subendo varie modifiche nel corso degli anni.

A partire dai suoi primi anni di attività, il circuito di Misano ha goduto di grande considerazione tra gli addetti ai lavori. Dal 1980 e fino al 1993 il tracciato ha ospitato alcuni Gran Premi motociclistici riconosciuti come Gran Premio motociclistico delle Nazioni, dal 1985 al 1987 come Gran Premio motociclistico di San Marino ed infine come Gran Premio motociclistico d'Italia, alternandosi nel primo e terzo caso con i circuiti di Monza, Imola e del Mugello.

Dopo la scomparsa del pilota di MotoGP Marco Simoncelli, avvenuta il 23 ottobre 2011 durante il GP della Malesia a Sepang, in tantissimi hanno chiesto che il circuito fosse intitolato allo sfortunato centauro (che abitava a Coriano, frazione a pochi km di distanza dalla pista). Il 2 novembre 2011 il CdA di Santamonica S.p.A., società proprietaria del tracciato, ha deciso di accogliere la richiesta e di associare il nome del circuito romagnolo a quello di Simoncelli con il cambio di denominazione che è stato reso ufficiale il 9 giugno 2012, in occasione del Gran Premio di Superbike di San Marino.

Dal 1972 ad oggi, il circuito ha subito un sostanzioso numero di interventi di adeguamento. Alle origini il tracciato aveva una lunghezza di 3.488 m ed era dotato di piccoli box all'aperto. La prima grande serie di lavori di modifica fu iniziata nel 1993, anno in cui si decise per l'allungamento del circuito che diventò così lungo 4.060 m. Da allora la pista di Misano divenne utilizzabile in due versioni, una lunga e una corta.

Nel 2001 sono state realizzate delle nuove tribune all'altezza della curva del Carro. Esse possono ospitare fino a 5.000 persone (in occasione del Gran Premio del 2007 sono state ribattezzate tribuna A e B). Nel 2005 sono terminati i lavori di realizzazione di un nuovo accesso al circuito.

Da quando il circuito di Misano è stato nuovamente incluso nel calendario di eventi del mondiale di motociclismo, sono state eseguite ulteriori importanti modifiche per aumentarne la sicurezza. Una delle più importanti ha riguardato l'inversione del senso di marcia, passato da antiorario ad orario con 8 curve a destra e 5 a sinistra.

Il tracciato è inoltre stato allungato a 4.180 m (nella zona in cui era stato già precedentemente allungato nel 1993) e la pista è stata allargata a 14 metri. Si è avuta inoltre l'eliminazione della variante nella zona in prossimità della curva del circuito corto "bruta pela", la costruzione di due tribune (denominate tribune C e D) che hanno portato la capacità dell'impianto a circa 52.000 persone. Numerose altre modifiche hanno riguardato l'incremento degli standard di sicurezza e la copertura wireless dell'intero circuito avvenuta nel 2007.

Il piano di riqualificazione del circuito ha previsto la realizzazione di una nuova corsia di uscita dai box, delle modifiche all'altezza della curva Variante del Parco (allungamento di 46 metri della curva stessa, sostituzione delle 4 piccole tribune con 3 nuove tribune e la costruzione di un nuovo centro di terapia fisica per motociclisti).

Teatro fisso dei GP italiani tra gli anni 80 e 90, Misano torna nel calendario MotoGP nel 2007. Con una capacità di 60 mila spettatori, in accordo con le regole di sicurezza MotoGP, il circuito di Misano si affronta in senso orario.

GP di San Marino MotoGP: Record e Albo d'Oro

Il motociclista che ha vinto il maggior numero di edizioni del Gran Premio di San Marino è Marc Marquez. Il campione spagnolo ha trionfato ben cinque volte su questo circuito (una volta in 125, due volte in Moto2 e due volte in MotoGP). Subito dopo nella classifica dei plurivincitori del GP di San Marino c’è il connazionale Jorge Lorenzo vincitore in 4 occasioni (tre successi in MotoGP, uno in 250 cc). Tre successi, tutti nella classe regina per Valentino Rossi.  

A Misano il dominio assoluto è delle moto giapponesi: Honda e Yamaha si contendono i record. Se il marchio dell’ala detiene con 19 successi il maggior numero di vittorie in tutte le classi (4 in MotoGP, 3 in 500, 3 in 250, 3 in Moto3 e 1 in 125), la casa di Iwata che ha in bacheca 13 primi posti complessivi, può vantare il maggior numero di vittorie in MotoGP con ben 6 successi tra il 2008 e il 2014. Il circuito di Misano è lungo 4,2 km e il Gran Premio copre una distanza complessiva di 114, 102 km spalmati su 27 giri.

Il record del circuito in gara appartiene a Daniel Pedrosa che nel 2016 girò in 1:32:979. Il giro più veloce in assoluto, invece, è stato di Jorge Lorenzo, che sempre nel 2016 ottenne la pole position segnando un clamoroso 1:31:868. Lo spagnolo detiene anche il record di pole position (3), seguito da Pedrosa e Stoner (2). La velocità più alta registrata in gara al Gran Premio di San Marino è di 299,5 km/h e fu raggiunta da Andrea Dovizioso in sella alla Desmosedici del team Ducati.

1981 - Marco Lucchinelli (Suzuki)

1982 - Freddie Spencer (Honda)

1983 - Kenny Roberts (Yamaha)

1984 - Randy Mamola (Honda)

1985 - Eddie Lawson (Yamaha)

1986 - Eddie Lawson (Yamaha)

1987 - Randy Mamola (Yamaha)

1991 - Wayne Rainey (Yamaha)

1993 - Michael Doohan (Honda)

2007 - Casey Stoner (Ducati)

2008 - Valentino Rossi (Yamaha)

2009 - Valentino Rossi (Yamaha)

2010 - Daniel Pedrosa (Honda)

2011 - Jorge Lorenzo (Yamaha)

2012 - Jorge Lorenzo (Yamaha)

2013 - Jorge Lorenzo (Yamaha)

2014 - Valentino Rossi (Yamaha)

2015 - Marc Marquez (Honda)

2016 - Daniel Pedrosa (Honda)

2017 - Marc Marquez (Honda)

2018 - Andrea Dovizioso (Ducati)